Lunedì 27 Maggio 2024
Tre giorni di iniziative nell’ambito del progetto "Circe" per il rilancio dei borghi


"Integr-Arti", Casalvecchio fulcro delle residenze artistiche per la rigenerazione urbana

di Redazione | 17/03/2024 | CULTURA E SPETTACOLI

664 Lettori unici

Saetti, Ministeri, Campolo e Miano

Tre giorni dedicati a workshop, tavole rotonde, performance e approfondimenti sul ruolo delle residenze artistiche nella rigenerazione urbana. È l’evento “Integr-ARTI”, che sarà ospitato a Casalvecchio Siculo dal 18 al 20 marzo nell’ambito del progetto “Circe” (Creatività e innovazione per la rigenerazione delle comunità e dell’ecosistema culturale) finanziato nel 2022 al borgo casalvetino e ai comuni di Antillo e Limina con 2,5 milioni di euro di fondi Pnrr grazie al bando “Attrattività dei borghi storici” del Ministero della Cultura, per un’azione di rigenerazione degli spazi pubblici come luoghi di socialità e la realizzazione e il potenziamento di itinerari integrati naturalistici-culturali. La tre giorni è organizzata dall’associazione “DAF Project” di Messina e si aprirà lunedì alle 16.30, nella chiesa di Sant’Onofrio, con l’illustrazione del progetto “Circe” e della sezione “Integr-ARTI”, i saluti dei sindaci Marco Saetti (Casalvecchio Siculo), Davide Paratore (Antillo) e Filippo Ricciardi (Limina) e gli interventi di numerosi relatori, tra i quali amministratori, docenti universitari e operatori. Martedì 19 marzo il fulcro delle attività sarà la suggestiva abbazia dei Santi Pietro e Paolo d’Agrò, mercoledì (10.30) chiusura nella Chiesa di S. Onofrio con la tavola rotonda “Residenza vs Turismo?”, nel corso della quale verranno approfondite le caratteristiche necessarie per le nuove residenze d’artista e sulla relazione esistente oggi e in Sicilia tra residenze e turismo.

"Con questa attività vogliamo dimostrare come le residenze artistiche possano concorrere, insieme a tante altre attività, alla rigenerazione e al rilancio dei piccoli centri - evidenzia Giuseppe Ministeri, direttore generale DAF Project - da tanti anni, infatti, lavoriamo nell’ambito delle residenze artistiche e, negli ultimi anni, abbiamo voluto localizzarle nei piccoli centri siciliani. Questa tre giorni vuole essere proprio un momento di ragionamento e riflessione su questa significativa tematica”. Nel borgo casalvetino saranno presenti realtà provenienti da Palermo, Catania ma anche Umbria, Toscana, Lombardia, che storicamente lavorano sulle residenze: “Al termine dell’evento - conclude Ministeri - illustreremo il progetto per gli anni 2025 e 2026 in chiave regionale. Condivisione, ascolto, scambio di vedute e buone pratiche. Saranno questi gli ingredienti di questi giorni”. A coordinare le attività anche il direttore artistico DAF Project, Angelo Campolo: “Obiettivo di questa tre giorni è quello di tracciare l’inizio di un percorso attraverso un momento di approfondimento intorno al ruolo giocato dalle residenze artistiche in Sicilia e in Italia - spiega - siamo felici per i tanti ospiti illustri che hanno accettato il nostro invito e potranno offrire testimonianze dirette dei loro percorsi umani e professionali. Particolare attenzione sarà poi rivolta al pubblico degli studenti che avranno modo di incontrare ed interagire con tanti professionisti del settore sia dal punto di vista organizzativo che da quello artistico”. 

IL PROGRAMMA


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.