Martedì 27 Ottobre 2020
ll progetto punta alla realizzazione di una scuola bandistica con i giovani del territorio


Furci Siculo. Rinasce la banda musicale cittadina: Fabio Raspa presidente

08/05/2016 | CULTURA E SPETTACOLI

2938 Lettori unici

Dirigenti dell'associazione e amministratori comunali

Furci Siculo torna ad avere una banda musicale cittadina. Nei giorni scorsi è stata infatti presentata al Centro diurno, nel corso di una serata organizzata nell’ambito della Settimana della Cultura della Città Metropolitana di Messina, la nuova associazione musicale culturale “Città di Furci Siculo”, che dopo circa 20 anni punta a far tornare agli antichi fasti la storica banda furcese. Presidente del sodalizio è stato scelto Fabio Raspa, già componente della banda e figlio dello storico presidente e fondatore Eduardo, mentre Natale Triolo sarà il maestro della scuola musicale, coadiuvato dai musicisti Michele Palella e Giuseppe Turiano. V icepresidente sarà Rossella Rigano, anche lei presenza storica della vecchia banda musicale di Furci: nell’organigramma anche Sebastiano Stracuzzi e Giovanni Pasquale. “In questi anni spesso ci si diceva di far rinascere una scuola musicale che fosse la base per ricominciare a parlare di banda musicale nel nostro paese – ha spiegato Fabio Raspa nel corso della presentazione dell’associazione “Città di Furci Siculo” – ma poi dalle parole non si è mai passati ai fatti. Grazie all’intervento e alla tenacia di Natale Triolo, invece, oggi tutto questo si sta concretizzando. Qualche mese fa sono stato contattato proprio da Natale che mi ha spiegato quale fosse il suo progetto musicale e che aveva voglia di realizzarlo proprio qui a Furci, dove per tanti anni si è parlato di musica. Insieme a lui e grazie anche ai consigli dell’assessore Alessandro Niosi, vecchia guardia della banda, ci siamo messi in moto e abbiamo creato un gruppo di persone con la voglia di realizzare qualcosa di costruttivo per il paese di Furci e per i suoi ragazzi”. Il neo presidente ha spiegato come il primo passo sia stato quello di chiedere un supporto all’Amministrazione comunale, “che ha mostrato molta sensibilità e tanta voglia affinché questo progetto potesse attecchire nel nostro territorio”. Con il Comune è stata infatti stipulata una convenzione per il comodato d’uso dei locali che serviranno per lo svolgimento delle attività musicali.

“Il nostro progetto è quello di realizzare una vera e proprio scuola musicale ad orientamento bandistico che coinvolga i ragazzi del nostro paese, ma anche dei paesi a noi vicini – ha proseguito Fabio Raspa –: abbiamo già raccolto alcune adesioni e vogliamo invitare tutti quelli che sono interessati a iscriversi ai nostri corsi che si rivolgeranno all’insegnamento di strumenti come clarinetto, flauto, saxofono, corno, tromba, trombone, basso, tuba e strumenti a percussione. L’idea è che da questa scuola possa nascere un corpo bandistico composto esclusivamente dai nostri ragazzi”. Tra i progetti anche quello di collaborare con le istituzioni scolastiche al fine di promuovere le attività musicali sin dai primi anni delle scuole elementari, avvicinando i giovani alunni all’ascolto attivo della musica senza escludere la possibilità di far nascere anche un coro giovanile.  

Prima di lasciare la parola a Natale Triolo, che ha dato alcune informazioni su come si organizzerà la scuola musicale da un punto di vista tecnico, il presidente Raspa ha lanciato un invito a tutti gli ex componenti della banda musicale e che non suonano più da anni: “Rimettiamoci in gioco e riprendiamo gli strumenti in mano. Ognuno di noi, ormai, ha le proprie famiglie e i propri impegni lavorativi, ma sarebbe bello poterci ritagliare del tempo per fare quello che per tanti anni è stata una delle nostre passioni e che cosi potrebbe essere da esempio anche per i nostri figli”. Alla presentazione sono intervenuti gli assessori Alessandro Niosi e Rosaria Ucchino e il presidente del Consiglio comunale Gianluca Di Bella.


La vecchia banda musicale "Città di Furci Siculo"


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.