Venerdì 30 Ottobre 2020
Dal 26 al 29 aprile visite guidate, incontri e concerti alla riscoperta del passato


Furci Siculo, presentata la Settimana della Cultura: evento clou con Dacia Maraini

di Andrea Rifatto | 22/04/2016 | CULTURA E SPETTACOLI

1531 Lettori unici

Il sindaco Foti con l'assessore alla Cultura Niosi

Sono stati presentati stamane a Furci Siculo gli eventi organizzati nella cittadina jonica in occasione della prima “Settimana della Cultura” dell'Area Metropolitana di Messina, che prenderà il via domani, sabato 23, con un ricco programma di eventi che coinvolgerà 31 comuni tra zona jonica e tirrenica fino a domenica 1 maggio. Furci sarà teatro di numerose iniziative culturali promosse dall’Amministrazione comunale in collaborazione con associazioni e artisti del territorio, incentrate sul tema “Trinacria sconosciuta”, scelto per questa prima edizione della manifestazione. “Una serie di eventi mirati a far conoscere i nostri tesori nascosti – ha spiegato l’assessore alla Cultura Alessandro Niosi, presente alla conferenza stampa insieme al sindaco Sebastiano Foti e al vicesindaco Maria Vera Scarcella – organizzati con una spesa minima di mille 500 euro ma che vedranno la presenza di illustri ospiti come la scrittrice Dacia Maraini e consentiranno allo stesso tempo a turisti e visitatori di conoscere la nostra terra, i nostri tesori, la nostra storia millenaria. Gli appuntamenti previsti a Furci si svolgeranno tutti al Centro Diurno e sulle nostre strade e saranno di vario genere –ha evidenziato Niosi – ed abbracciano vari campi della cultura con interessi in campo musicale, artistico, della letteratura e delle tradizioni popolari". Alla conferenza di oggi era presente anche il presidente dell'associazione culturale "Tamaricium", Vittorio Gregorio.

Si partirà martedì 26, alle ore 10 presso il Centro Diurno, con il seminario “Gli agrumi e l’industria di trasformazione”, a cura del dott. Gianvincenzo Licandro con la collaborazione di Slow Food-Comunità del cibo di Furci e con la partecipazione degli studenti dell’Istituto di istruzione superiore “S. Pugliatti”.  Mercoledì 27 alle ore 10, sempre al Centro Diurno, si terrà l’incontro con la scrittrice Dacia Maraini, che presenterà il suo ultimo libro “La bambina e il sognatore” in un incontro curato dall’Istituto superiore di Furci; alle 21, invece, il Centro diurno ospiterà il concerto di musica “Classica in jazz” con Carmelo Coglitore, musicista che si è conquistato la ribalta nazionale con il suo talento e i tanti riconoscimenti anche internazionali suonando in tutta la penisola e presentando i suoi progetti musicali ricchi di importanti collaborazioni che si esibirà al sassofono e clarinetto basso, Pino Delfino (contrabbasso) e Tanino Palamara (batteria).

Giovedì 28 aprile a partire dalle ore 9 partirà l’iniziativa “I muri raccontano”, con gli artisti del territorio e gli studenti della scuola media furcese, sotto la direzione artistica del prof. Licinio Fazio, che saranno impegnati a riprendere e completare i murales presenti sulla Statale 114 nella zona dello svincolo per le frazioni, realizzati negli anni scorsi e molto apprezzati, e ad abbellire alcuni angoli della cittadina con l’installazione nel largo Pizzolo, sul lungomare, di un pannello decorativo realizzato con piastrelle in cotto. Alle ore 10, invece, dal Museo del mare, della pesca e delle tradizioni marinare “Franco Ruggeri”, in collaborazione con Slow Food, partirà l’itinerario turistico “Trinacria sconosciuta”, che prevede la visita al museo e a seguire un tour fino a Mandanici, dove i visitatori che arriveranno in pullman da Messina potranno visitare il borgo collinare. Sempre giovedì 28, alle ore 19, al Centro Diurno si terrà la serata “Il ritorno di Colapesce”, con la presentazione del cortometraggio “Feedback Flusso Luminoso” del regista Antonello Irrera e del libro “Cola ‘U Pisci. Nel mito di Colapesce” di Antonio Cattino.

Venerdì 29 il secondo appuntamento con “I muri raccontano”, mentre alle ore 19 la “Settimana della Cultura” di Furci Siculo si chiuderà al Centro diurno, con il concerto di musica classica del pianista undicenne Francesco Ingemi, primo appuntamento del progetto “Musica e Cultura” che prevede una serie concerti di musica classica in collaborazione con il Conservatorio di Musica “A. Corelli” di Messina e la Libera Accademia Musicale di S. Teresa di Riva.

Più informazioni: settimana della cultura  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.