Giovedì 22 Ottobre 2020
Si è conclusa a Savoca la prima edizione del Festival jonico della Filosofia


"Euphorika 2016": importante occasione di dialogo, riflessione e confronto

di Santo Trimarchi | 26/09/2016 | CULTURA E SPETTACOLI

1898 Lettori unici

Gli ospiti di Euphorika

La magnifica presenza di illustri filosofi a Savoca, dal 22 al 24 settembre scorsi, per “Euphorika, il Festival jonico della Filosofia”, è stata sicuramente un momento di elevato spessore culturale. Il seminario didattico è stato pensato e realizzato sul "possibile e la libertà" in diverse tappe con relazioni tematiche approfondite ed appropriate per uno sguardo sull'esistenza dell'uomo di oggi a vari livelli. In questo modo c'è stato il coinvolgimento dei giovani studenti delle classi superiori dei licei di Santa Teresa di Riva. In realtà si è trattata di una opportunità per tutto l'hinterland jonico e per tutti coloro che apprezzano il valore della riflessione, del dialogo e del confronto sulle problematiche dell'umanità e della ricerca della verità. Si è rivelato un momento di crescita, di ascolto meditato, di incontro edificante per ritrovare la via e l'aiuto necessario per vivere meglio la vita di tutti i giorni, con la disponibilità alla conoscenza ed il rispetto per la differenza delle idee che in un modo o nell'altro possono illuminare le situazioni incerte ed oscure della società in cui si sta.
Oltretutto c'è stata la possibilità di gustare l'arte nella forma della musica con esibizioni di alto livello per la partecipazione del violinista Samuele Galeano, ma anche per gli intermezzi musicali e gli interventi di giovani esordienti. Nella forma del teatro si è potuto assistere al monologo “Ninõ" di Tino Caspanello e l'interpretazione di Cinzia Muscolino, artisti di affermazione internazionale. Anche la danza è stata presente con il gruppo della profesoressa Milena Freni. Inoltre le mostre dell'atelier d'arte di Nino Ucchino, le opere di Filippo Andronico, "Prometeo", e di Dario Coletti, "Tra il reale ed il possibile", al Centro Filarmonico, le vibrazioni di Concetta De Pasquale, Katia Lupò, Paola Saldaneri e Elisabetta Scarcella alla chiesa di San Michele.
In effetti, tutto ha contribuito a creare un'atmosfera di comunicazione virtuosa sul piano culturale in una cornice paesaggistica e storica, quella di Savoca, di per sé bella, aprendo il cuore allo stupore ed alla bellezza della conoscenza.

Più informazioni: euphorika 2016  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.