Giovedì 29 Ottobre 2020
Il 27 dicembre, il 2 e 9 gennaio la quarta edizione lungo le vie del borgo collinare


Casalvecchio si trasforma in Betlemme: torna il Presepe vivente

24/12/2015 | CULTURA E SPETTACOLI

2181 Lettori unici | Commenti 1

Gli abitanti del borgo saranno i protagonisti dell'evento

Domenica 27 dicembre, sabato 2 e 9 gennaio il centro storico di Casalvecchio Siculo sarà teatro del tradizionale Presepe vivente, giunto alla IV edizione e organizzato dalla locale Pro Loco, dall’Arcidiocesi di Sant’Onofrio e dall'Amministrazione comunale, che hanno ricreato nel borgo collinare una città della Palestina dell’anno 0, con tutte le comparse che la animano e la fanno vivere di nuova vita. La rappresentazione si articolerà nella piazza Vecchia e coinvolge tutte le antiche “vaneddi”, che diventerenno così ambientazione naturale e storica per la rappresentazione dell’antico Borgo di Betlemme, con tutti i figuranti in costume d'epoca. Accanto alle scene di ispirazione biblica (dal Censimento alla Natività) verranno riproposti i "mestieri" tipici della Palestina di duemila anni fa e quelli della tradizione artigianale di Casalvecchio Siculo. All'impegno degli organizzatori si accompagna l'entusiastica partecipazione dei personaggi e degli abitanti del borgo collinare, che si prodigano con ammirevole dedizione per le buona riuscita dell’iniziativa. La visita al Presepe vivente di Casalvecchio Siculo è un evento che appartiene ormai alla tradizione natalizia della Valle d’Agrò: la passeggiata suggestiva per le stradine del centro storico, illuminate con delle fiaccole, rappresenta infatti un'ideale "dislocazione" nella Palestina dei tempi della Natività. Oltre alla rappresentazione vivente, nella “Piazza Vecchia” verrà creato anche un piacevole momento culturale unito all’evento religioso: i visitatori, dopo aver ammirato il Presepe lungo le stradine casalvetine, potranno infatti degustare le specialità enogastronomiche del luogo.


COMMENTI

jennyla | il 29/12/2015 alle 17:03:20

Nell’ambientazione della meravigliosa “Piazza Vecchia”, ricca di scorci antichi di cui il tempo ha conservato gli antichi splendori, attraverso la visita del Presepe il visitatore, viene proiettato verso la riscoperta delle usanze e degli antichi mestieri dei nostri padri, la degustazione delle antiche leccornie della civiltà contadina, circondati dalle botteghe dei maestri artigiani del tempo, delle trattorie nelle quali oggi come un tempo si offriranno agli avventori i piatti poveri e le leccornie più saporite tipiche della tradizione popolare casalvetina, ma allo stesso tempo viene proposta una fugace visita alle case sontuose dei patrizi romani che con le loro ricchezze e i loro vizi. All'impegno degli organizzatori si accompagna l'entusiastica partecipazione dei personaggi e degli abitanti del Borgo collinare che si prodigano con ammirevole dedizione. Le finalità prefissate dagli organizzatori risultano raggiunte, in considerazione delle migliaia di visitatori che vengono registrati ogni anno. La visita al PRESEPE VIVENTE DI CASALVECCHIO SICULO è un evento che appartiene ormai alla tradizione natalizia della Valle d’Agrò.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.