Martedì 24 Novembre 2020
I temi scelti e le novità della manifestazione in programma a S. Teresa di Riva


Carnevale dello Jonio 2015, ecco i carri e i gruppi che sfileranno

di Andrea Rifatto | 06/02/2015 | CULTURA E SPETTACOLI

4594 Lettori unici

Uno dei carri in allestimento

Giunto alla 15esima edizione, il “Carnevale dello Jonio” torna protagonista anche quest’anno a S. Teresa di Riva, dove è divenuto ormai un appuntamento fisso tra le manifestazioni di punta organizzate nella cittadina rivierasca. Il Comune ha stanziato per l'evento circa 25mila euro, suddivisi tra contributi ai carristi, spese per l'acquisto di beni e servizi e obblighi Siae. Quattro i carri allegorici che sfileranno sul corso principale del paese: rispetto allo scorso anno mancheranno all'appello il carro vincitore delle ultime edizioni, quello realizzato dal quartiere Barracca, e il carro del quartiere Bucalo, ultimo in classifica e senza premi al Carnevale 2014. Gravi assenze compensate solo in parte dalla new entry Portosalvo. Ha sorpreso la defezione dell'ultim'ora di Bucalo, che pure in un primo momento aveva manifestato l'intenzione di partecipare tanto da ricevere il contributo dell'Amministrazione comunale, pari a 2mila e 500. Il “ritiro” di Bucalo non è legato alle polemiche sul risultato dello scorso anno, come si è vociferato in paese in un primo momento, ma alla carenza di maestranze per la creazione del carro, situazione che ha fatto desistere gli organizzatori. “Eravamo solo in sei disponibili a lavorare per l’allestimento di un nuovo tema carnevalesco – spiega una delle componenti del gruppo – e vista la situazione avevamo proposto all’Amministrazione di poter utilizzare il carro dello scorso anno modificando le luci e altri particolari. Ma questa ipotesi non è stata accolta e quindi ci siamo visti costretti a rinunciare”.
In questi giorni fervono i preparativi per ultimare la preparazione dei carri allegorici, allestire le coreografie dei gruppi e limare al meglio tutti i dettagli. Le sfilate si terranno domenica 15 e martedì 17 febbraio: la prima con partenza alle ore 15 da Bucalo e arrivo in piazza Mercato, mentre due giorni dopo i carri faranno il percorso inverso per giungere poi alla palestra comunale per la premiazione finale.
Il gruppo del quartiere Portosalvo, guidato da Eduardo Ciraso, esordirà al “Carnevale dello Jonio” con il carro “La natura in musica”. Il cioccolato è il tema scelto dal quartiere Sacra Famiglia, che sfilerà con il carro “Chocolate”, per regalare dolcezza e buon umore al pubblico, con un particolare curioso: gli abiti indossati dai componenti del gruppo, guidato da Nino Triolo e Carmelo Cicciò, saranno commestibili. “Ritorno al futuro” sarà invece il nome dell’allestimento preparato dal gruppo di Sparagonà, capitanato da Rossella Sturiale, mentre da Furci Siculo giungerà il carro realizzato dai giovani della Pro Loco, che quest’anno hanno puntato sull’arte circense con riferimenti alla politica nazionale. Il carro furcese è denominato infatti “Circo Nazareno” e sarà accompagnato da clown, domatrici e altre maschere. Oltre alle due giornate in programma a S. Teresa, sfilerà lunedì 16 a partire dalle 17.30 sul corso principale di Furci Siculo, con partenza dalla villa comunale. Sempre a Furci sono previste inoltre serate danzanti al Centro servizi situato nella zona artigianale.
Per arricchire il parco dei partecipanti, arriveranno a S. Teresa di Riva gruppi mascherati da Mandanici, Scaletta Zanclea e Itala, mentre sarà assente il carro di Sant'Alessio, che in passato aveva partecipato al “Carnevale dello Jonio”: nella cittadina del Capo non è stato possibile individuare una struttura adatta che possa ospitare i lavori preparatori. Nonostante i contatti avviati nei giorni scorsi dall'Amministrazione santateresina con quella di Letojanni, non si potranno ammirare a S. Teresa i carri letojannesi: la distanza tra i due comuni ha reso infatti difficile il trasporto degli allestimenti.
Giovedì 12 febbraio, alle 15, toccherà ai bambini della Direzione didattica e di una scuola dell’infanzia privata di Misserio sfilare in maschera sul corso principale: l’Amministrazione comunale aveva tentato di far slittare questo appuntamento al sabato prima di Carnevale, ma la proposta ha trovato la ferma opposizione delle insegnanti. Gli organizzatori si attendono dunque una larga partecipazione alla 15esima edizione del "Carnevale dello Jonio", che ogni anno richiama a S. Teresa migliaia di visitatori.

Più informazioni: carnevale dello jonio 2015  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.