Venerdì 22 Gennaio 2021
Gruppetto in fuga all'arrivo delle Forze dell'ordine. Lievi danni da accertare


Vandali alla stazione ferroviaria di Santa Teresa, identificato un giovane - FOTO

di Andrea Rifatto | 05/01/2021 | CRONACA

3144 Lettori unici

Carabinieri e Vigilia con il giovane fermato

Forse assaliti dalla noia e sentendosi “imprigionati” dalle restrizioni di questi giorni, hanno scelto la stazione ferroviaria per una scorribanda serale, che però è stata interrotta dall’arrivo delle Forze dell’ordine. Protagonisti dell’azione un gruppetto di cinque-sei giovani, per lo più appena maggiorenni, che ieri sera hanno concentrato le loro attenzioni sulla struttura al centro del paese, aggirandosi senza alcuna precisa intenzione se non quella di creare disturbo e sfogare i propri istinti su ciò che si trovavano davanti. In particolare, intorno alle 19, avrebbero agito nella sala d’attesa della stazione, colpendo a calci una porta, lesionando due vetri e strappando da una bacheca il manifesto con gli orari delle partenze dei treni. Qualcuno, però, li ha notati e ha chiamato il 112 e i Carabinieri, visto che in quel momento non vi erano pattuglie disponibili perchè impegnate in altre attività, hanno girato la segnalazione alla Polizia municipale: sul posto si è fiondata la vettura in servizio in paese ma all’arrivo degli agenti il gruppetto di vandali, composto da ragazzi di vari comuni jonici, si è dileguato. I Vigili sono riusciti ad intercettare uno di loro sulla via Salita Stazione all’incrocio con via Regina Margherita, residente ad Alì Terme, che era senza documenti ed è stato identificato dagli agenti, raggiunti nel frattempo dal comandante Diego Mangiò, grazie al contributo di una nonna che vive a Santa Teresa. Sul posto sono arrivati anche i carabinieri della Stazione di Limina, che hanno svolto un sopralluogo alla stazione per verificare i fatti. Alcuni danni alle strutture ferroviarie pare siano presenti già da tempo e qualora Ferrovie dello Stato decidesse di sporgere denuncia contro il giovane, si procederà con gli approfondimenti del caso.



COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.