Lunedì 06 Aprile 2020
Bloccato dai carabinieri con un 54enne di Bronte nei boschi tra San Fratello e Cesarò


Uccide tre suini dei Nebrodi, denunciato un veterinario di Gaggi

20/11/2015 | CRONACA

1598 Lettori unici

Un veterinario di 64 anni di Gaggi e un 54enne di Bronte sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Catania dai carabinieri della stazione di Cesarò con l’accusa di ricettazione, uccisione d’ animali, detenzione armi bianche e lavorazione di carni in luoghi non idonei. I due sono stati sorpresi dai militari dell’Arma nel bosco in zona Monte Soro, nel comune di Cesarò, dopo aver ucciso e macellato tre suini neri dei Nebrodi, tagliati e privati delle interiora, per un peso complessivo delle tre carcasse pari a 170 kg. Dopo averli caricati su un fuoristrada, mentre stavano lasciando la zona con direzione Bronte, si sono però imbattuti in una pattuglia che gli ha intimato l’alt. I carabinieri, insospettiti dalla presenza di buste nere nell’abitacolo, hanno così deciso di ispezionare il veicolo che proveniva dal bosco e si era immesso sulla Ss 289. Il controllo ha permesso così di scoprire le tre carcasse a bordo del mezzo, due coltelli (con lama della lunghezza complessiva di cm 16 e 23,5), un bastone e diversi lacci a forma di cappio utilizzate per l’impropria attività. Tutto occultato da stracci e buste nere per i rifiuti. L’operazione si è conclusa con il sequestro e la distruzione  della carne, viste le condizioni igienico-sanitarie in cui è stata rinvenuta. Per l’Arma dei Carabinieri il risultato è il frutto di un’intensificazione dei servizi e delle attività di controllo del territorio boschivo nebroideo, che oltre ad interessare l’impervia aria boschiva in ore notturne, viene condotta anche di giorno con ampio ricorso alle pattuglie in abiti simulati. 


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.