Sabato 22 Settembre 2018
Individuato dai Carabinieri dopo un raggiro avvenuto ad agosto in chiesa


Truffò un parroco di S. Teresa con banconote false: arrestato un 39enne

di Andrea Rifatto | 09/04/2018 | CRONACA

1072 Lettori unici

La stazione dei Carabinieri e nel riquadro l'arrestato

Lo scorso agosto era entrato in una chiesa di S. Teresa di Riva e dopo aver avvicinato il parroco gli aveva chiesto di cambiare una somma di denaro in banconote con l’equivalente in monete. Subito dopo il sacerdote si era reso conto che le banconote ricevute erano palesemente false ma l’uomo, un venditore ambulante, si era già allontanato facendo perdere le proprie tracce. Il parroco aveva quindi sporto denuncia e dopo mesi di accurate indagini i carabinieri della locale Stazione sono riusciti a individuare il venditore, finito adesso nel carcere di Messina Gazzi. Si tratta di Roberto Scarpato, 39 anni di Adrano (Ct), già conosciuto alle Forze dell’ordine per casi analoghi, ritenuto responsabile dei reati di evasione, spendita di monete falsificate e truffa. I militari dell’Arma, ai comandi del luogotenente Maurizio La Monica, hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Messina su richiesta della Procura. Dopo la denuncia del sacerdote, che aveva spiegato di essere stato vittima di un raggiro da parte di un soggetto a lui sconosciuto, i carabinieri hanno acquisito le immagini di diverse telecamere di videosorveglianza poste nella zona ed in tutto il comprensorio ed hanno sentito numerosi testimoni in grado di riferire su quanto accaduto, riuscendo così a risalire a Scarpato, che nonostante fosse sottoposto agli arresti domiciliari era evaso ed aveva organizzato la truffa.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.