Lunedì 22 Ottobre 2018
Malore in acqua durante un progetto scolastico. Vani i tentativi di soccorso


Tragedia in piscina a Nizza, morta un'insegnante di S. Teresa

di Andrea Rifatto | 06/06/2018 | CRONACA

12012 Lettori unici

Il luogo della tragedia

Tragedia questa mattina nella piscina comunale di Nizza di Sicilia. Un'insegnante della scuola primaria di Furci Siculo è morta stroncata da un infarto durante la giornata conclusiva del progetto "Piscina...tuffiamoci insieme", iniziativa di avviamento al nuoto che ha visto coinvolti gli studenti dei plessi del Comprensivo. La donna, Carmela Moschella, 53 anni di S. Teresa di Riva, si trovava in acqua con gli alunni quando ha accusato un malore. In pochi attimi le sue colleghe si sono accorte di quanto stava accadendo e sono subito corse a soccorrerla tirandola fuori dall'acqua e adagiandola sul bordo della piscina, insieme ai gestori dell'impianto e agli istruttori, iniziando a praticare il massaggio cardiaco. Contemporaneamente venivano allertati i soccorsi e a Nizza giungevano due ambulanze del 118 da Fiumedinisi e S. Teresa, quest'ultima con il medico a bordo e accorsa dopo aver lasciato un altro intervento in abitazione, vista la gravità della chiamata. il personale sanitario ha tentato a lungo le manovre rianimatorie con l'ausilio del defibrillatore ma per la 53enne non c'è stato più nulla da fare, in quanto la morte è sopraggiunta istantanea mentre si trovava in acqua. Gli studenti sono stati fatti subito rientrare a scuola a Furci, mentre nell'impianto natatorio sono giunti anche i carabinieri della Stazione di Roccalumera, ai comandi del luogotenente Santo Arcidiacono, che dopo gli accertamenti di rito e l'interlocuzione con il magistrato, hanno disposto la riconsegna della salma ai familiari, trattandosi di morte naturale. Sgomento e incredulità tra le colleghe dell'insegnante presenti a Nizza o accorse poco dopo aver appreso della tragedia che ha avuto come protagonista Carmela Moschella, che si era recata con grande gioia nella piscina per accompagnare i suoi studenti a cui era molto legata. Nella struttura è arrivata anche la dirigente scolastica dell'Istituto comprensivo di Roccalumera, Sauastita Guta.

"Il nostro stato d’animo è di sgomento e amarezza, era una docente molto affabile e attenta ai suoi ragazzi, dinamica, sorridente - ha commentato nel pomeriggio la dirigente - viviamo un momento di assoluto smarrimento, stiamo cercando di ricomporci. I bambini nell'immediatezza sono stati portati negli spogliatoi e gli è stato spiegato che la maestra non si sentiva bene, poi subito dopo a scuola. Nei prossimi giorni avranno un supporto psicologico per evitare che in conseguenza di questo episodio possano avere una riluttanza nei confronti dell’attività sportiva e della piscina. Tutto ciò a riprova di quanto la nostra scuola sia pronta a sostenere i suoi allievi".


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.