Martedì 02 Marzo 2021
Si spacciava per intermediario di Astrazeneca e ha contattato la Regione Umbria


Tentava di vendere vaccini anti-Covid, denunciato un uomo di Santa Teresa di Riva

di Andrea Rifatto | 07/02/2021 | CRONACA

4263 Lettori unici

L’azienda ha disconosciuto ogni rapporto

Si spacciava per sedicente intermediario di “Astrazeneca Internazionale” e nei giorni scorsi, addirittura prima dell’approvazione da parte di Ema (Agenzia Europea del Farmaco), aveva tentato di proporre la vendita di una fornitura di vaccini anti Covid-19 direttamente alla Regione Umbria. È stato però scoperto dai Carabinieri per la Tutela della Salute e dal Nucleo Antisofisticazioni e Sanità di Perugia, che lo hanno rintracciato e denunciato per i reati di tentata truffa e sostituzione di persona. Protagonista della vicenda un uomo di Santa Teresa di Riva, G. S., 50 anni, sottoposto ieri mattina a perquisizione nella sua abitazione della cittadina jonica da parte dei militari del Nas di Perugia, con la collaborazione dei colleghi di Catania e del Comando provinciale di Messina, nello specifico della Compagnia di Taormina con la Stazione di Santa Teresa, così come disposto dalla Procura della Repubblica di Perugia. L’indagato, che a supporto della sua legittimazione affermava (sempre falsamente) l’interesse di altre Regioni italiane all’acquisto, ha fornito anche credenziali e documentazione certificativa di Paesi stranieri, sui quali sono in corso indagini in relazione alla loro genuinità. Nel corso della perquisizione, i militari hanno sottoposto a sequestro materiale informatico e copiosa documentazione di interesse investigativo. L’azienda, abusivamente coinvolta dallo pseudo intermediario, ha disconosciuto ogni rapporto contrattuale al di fuori di quelli stipulati con le previste Autorità governative e sta valutando di procedere per le vie legali. 


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.