Domenica 29 Marzo 2020
I fatti risalgono al 29 luglio. Individuato grazie alle riprese delle telecamere


Taormina, violenza sessuale su una 23enne: arrestato un giovane

21/09/2016 | CRONACA

5598 Lettori unici

Un 29enne di Paternò, Giuliano Salpietro, è stato arrestato dagli agenti del commissariato di Polizia di Taormina, al termine di una intensa attività di indagine, con l’accusa di violenza sessuale e lesioni personali, in seguito ad un’ordinanza di misura cautelare agli arresti domiciliari emessa dal gip del Tribunale di Messina, Eugenio Fiorentino, su richiesta del sostituto procuratore della Repubblica Marco Accolla. Secondo l’accusa il giovane, all’alba del 29 luglio scorso, ha aggredito una 23enne che stava rientrando a casa, da sola e a piedi, dopo aver trascorso la serata in un locale della Perla. La donna, vedendosi seguita, si era fermata impaurita con l’intento di farsi superare ma l’uomo, invece di proseguire, l’ha afferrata per un braccio e tenendole la bocca tappata per non farla urlare l’ha costretta con violenza a subire atti sessuali, consistenti in palpeggiamenti in tutto il corpo, causandole lesioni personali. La reazione della 23enne, che ha opposto resistenza mordendolo alla mano e urlando, lo aveva fatto poi desistere e allontanare. A seguito della denuncia sporta dalla vittima, sono scattate le indagini da parte degli investigatori del Commissariato di Polizia di Taormina, coordinati dalla Procura della Repubblica. L’intensa attività espletata attraverso la visione delle immagini sia del sistema di videosorveglianza comunale che di quello di alcuni esercizi commerciali della zona che ha pienamente confermato quanto raccontato dalla donna e ha permesso di risalire a Salpietro, ristretto ai domiciliari dopo la richiesta inoltrata dal pm.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.