Sabato 24 Febbraio 2024
Beccati dai carabinieri mentre smontavano parti degli impianti di riscaldamento


Taormina, sorpresi a rubare nel cantiere del campo da golf: arrestati due uomini

di Redazione | 01/02/2024 | CRONACA

886 Lettori unici

I radiatori gettati all'esterno degli edifici

I carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Taormina, insieme ai colleghi della locale Stazione hanno arrestato in flagranza di reato un 56enne e un 29enne, uno messinese e l'altro di Catania, già noti alle Forze dell’Ordine, con l’accusa di furto aggravato in concorso. Durante un servizio di controllo del territorio, transitando lungo la Statale 185 nella frazione Trappitello, i militari dell’Arma hanno avvistato due individui che, con fare sospetto, stavano armeggiando all’interno del cantiere del campo da golf rimasto incompleto. L’immediato intervento dei carabinieri ha permesso di bloccare l’azione illecita dei due uomini che, muniti di utensili atti allo scopo, avevano già smontato e sottratto 31 radiatori da altrettanti impianti di riscaldamento installati sugli immobili incompiuti, che i due uomini avevano accatastato sul fondo, in attesa di caricarli sul loro mezzo. La refurtiva recuperata è stata sequestrata in attesa di essere restituita ai legittimi proprietari. I due arrestati, invece, una volta ultimate le formalità di rito, sono stati ristretti agli arresti domiciliari nelle proprie abitazioni a disposizione dell’Autorità giudiziaria. Il giudice del Tribunale di Messina ha convalidato gli arresti e riqualificato il reato in tentato furto e disposto l'obbligo di firma davanti ai carabinieri.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.