Lunedì 21 Settembre 2020
L'Anas ha rimosso i massi e messo in sicurezza il costone roccioso


Taormina. Riaperta al transito la Statale 114 - FOTO e VIDEO

di Andrea Rifatto | 02/11/2014 | CRONACA

2100 Lettori unici

Il via libera è arrivato alle 15.30 di oggi

A quattro giorni dalla frana che ha interrotto la circolazione stradale sulla statale 114 al km 48,200, all’altezza di Capo Taormina, l’Anas ha riaperto l'arteria alle 15.30 di oggi, dopo aver ricevuto il via libera dai capo centro. I massi precipitati dal costone roccioso mercoledì pomeriggio, in seguito ad un distacco causato dalle intense piogge verificatesi all’inizio della settimana, sono stati frantumati e rimossi dalla sede stradale in mattinata dall'impresa di Cesarò che si occupa del pronto intervento stradale per conto dell'Anas, mentre nei giorni scorsi i rocciatori avevano provveduto alla messa in sicurezza del costone, per evitare che altre parti instabili possano in futuro mettere nuovamente a rischio la sicurezza della circolazione, e al ripristino della rete metallica di contenimento, divelta dal rotolamento dei massi. Già intorno a mezzogiorno operai e tecnici dell’Anas, dopo aver ripulito la carreggiata dai detriti, erano pronti a rimuovere le transenne poste ai due estremi del tratto di Statale chiuso al transito, ma si è dovuto attendere la comunicazione, giunta intorno alle 15 all'ing. Cristiano Fogliano, capo centro Anas, presente sul posto, che, in costante contatto telefonico con l'ing. Domenico Renda e con il direttore regionale ing. Salvatore Tonti, ha così consentito l'apertura della strada. Notevoli sono stati i disagi patiti in questi giorni da quanti non hanno potuto percorrere l’arteria, costretti a deviare la marcia sull’autostrada A18 e sulla viabilità interna di Taormina. Un evento che si sarebbe potuto trasformare in tragedia se in quell'istante si fosse trovato a transitare un veicolo. Sul posto, insieme a tecnici e operai, anche il delegato dell'Amministrazione comunale per le frazioni Mazzarò e Villagonia, Giovanni Aucello: "Abbiamo aspettato qualche giorno in più - ha spiegato ai nostri microfoni - per permettere di verificare attentamente il costone roccioso ed eliminare eventuali ulteriori rischi per la circolazione. E' da elogiare - ha proseguito Aucello - il comportamento dell'Anas in occasione di questo evento franoso: tecnici e operai hanno lavorato alacremente anche sabato e domenica per arrivare alla riapertura della Statale, in una  perfetta sinergia con il Comune di Taormina". L'Anas è comunque già al lavoro per studiare soluzioni tecnologicamente più avanzate che possano definitivamente rendere sicuro il costone di Capo Taormina, considerando che le reti di contenimento attualmente poste a protezione della trafficata via risalgono a circa 30 anni fa e risultano ormai obsolete.

 

 

 

 

 

 

Il video dell'apertura della statale 114

Più informazioni: frana taormina  

Articoli correlati

 

 

 

 

 

 

 

 


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.