Mercoledì 22 Maggio 2024
La confessione dell'infermiere smentita dagli esiti dei test. Avanti le indagini


Tamponi negativi al Coronavirus sui fidanzati: è mistero sul movente del femminicidio

di Andrea Rifatto | 01/04/2020 | CRONACA

3041 Lettori unici | Commenti 1

L'abitazione del delitto

Sono risultati entrambi negativi i tamponi per il Coronavirus eseguiti ieri su Antonio De Pace e Lorena Quaranta, assassino e vittima del femminicidio di Furci Siculo. Il giovane 27enne calabrese aveva detto ieri di aver ucciso la fidanzata perché gli aveva trasmesso il Covid-19, pronunciando parole confuse nel corso del lungo interrogatorio nella Stazione Carabinieri di S. Teresa di Riva, davanti al sostituto procuratore Roberto Conte, ai carabinieri della Compagnia di Taormina e della Stazione di S. Teresa e al suo legale difensore. Gli inquirenti sin dall’inizio hanno manifestato dubbi sul racconto del giovane e oggi è arrivata la conferma con l’esito negativo dei test. Si continua ad indagare, quindi, per capire quale sia il vero movente che abbia scatenato il litigio culminato in tragedia, con l’infermiere 27enne che ha ferito con un coltello e poi strangolato la coetanea con cui era fidanzato da tre anni. Gli investigatori stanno sentendo parenti e amici della vittima e verranno sottoposti ad esame anche i telefoni cellulari dei due giovani, alla ricerca di tracce utili. La pista passionale o un raptus di gelosia vengono al momento esclusi.

Più informazioni: femminicidio furci  


COMMENTI

MANLIO GASPARE Orobello | il 08/04/2020 alle 19:43:02

Non ci sono motivazioni per un efferato omicidio. Accoltellata e poi strangolata. Tutto il tempo per pensare e per vedere crudelmente morire una ragazza che si fidava di lui. Non si trova il movente? e che importa? quello che importa è che un assassino ha stroncato con lucida determinazione una vita in fiore. Speriamo che paghi il conto, senza se e senza ma! purtroppo ne dubito, perché tra attenuanti, sconti di pena e permessi premio per buona condotta, i familiari della razza se lo vedranno tra i piedi quanto prima.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.