Martedì 18 Febbraio 2020
In fiamme il tetto di un serbatoio di benzina. Il rogo spento in mattinata. Nessun ferito


Spaventoso incendio alla Raffineria di Milazzo - VIDEO

di Redazione | 27/09/2014 | CRONACA

1629 Lettori unici

Un incendio di vaste proporzioni scoppiato alle 00.50 alla Raffineria Mediterranea di Milazzo ha tenuto in apprensione per dieci ore gli abitanti della zona, avvolta da una densa nube di fumo nero e da altissime lingue di fuoco. Ad innescare le fiamme il cedimento del tetto di un serbatoio galleggiante di benzina, distante dagli impianti di produzione. Sul posto hanno lavorato alacremente la Squadra di Emergenza della Raffineria insieme con le squadre dei Vigili del Fuoco di Milazzo e Messina. Sin dai primi momenti sono state immediatamente avvertite la Prefettura di Messina e le Autorità locali. Fortunatamente non si sono registrati feriti: il personale della raffineria è stato evacuato in sicurezza e si è lavorato senza sosta per circoscrivere le fiamme al serbatoio interessato, il numero 513, contenente oltre 500mila litri di benzina. E' stato avviato il piano di raffreddamento di tutti i serbatoi, ma in ogni caso le fiamme non hanno dato tregua fino all'esaurimento del prodotto. La Prefettura di Messina non ha fatto scattare alcun piano di evacuazione, ritenendo non vi fossero pericoli per la popolazione, che è stata invitata a non lasciare le abitazioni anche al fine di non determinare flussi di traffico con possibili intasamento delle strade interessate dall’intervento dei mezzi di soccorso. Al Comune rimane insediato il nucleo di Protezione civile che continuerà ad aggiornare la cittadinanza. Decine di famiglie del comprensorio del Mela hanno deciso comunque di lasciare le loro abitazioni, preoccupate dalla nube di fumo proveniente dall’incendio, che ha reso l'aria irrespirabile per diversi chilometri. Il sindaco di Milazzo, Carmelo Pino, ha disposto la chiusura delle scuole cittadine, mentre in mattinata il il pubblico ministero della Procura della Repubblica di Barcellona Pozzo di Gotto, Francesco Massara, ha ordinato l'apposizione dei sigilli sul serbatoio 513. Il rogo si è spento intorno alle 10.

Ieri, intorno alle ore 14, un incendio di rifiuti solidi abbandonati, materiale plastico e gomma aveva interessato la zona sud prossima allo stabilimento, in località Masseria vicino al Centro Ricerche. La squadra antincendio Ram si era immediatamente recata sul posto riscontrando che, al di fuori della raffineria, nelle vicinanze della recinzione, erano attivi un paio di focolai di incendio di probabile origine dolosa. La squadra, pur operando dall'interno della raffineria, aveva provveduto a spegnere i focolai. 


Il video realizzato da Francesco Rungo

Più informazioni: incendio raffineria milazzo  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.