Mercoledì 22 Maggio 2024
Due giovani sono accusati del furto commesso a Santa Teresa. Si cerca un complice


Spaccata in profumeria, arrestati rinchiusi in cella di sicurezza: sabato la direttissima

di Redazione | 11/11/2022 | CRONACA

2724 Lettori unici

I carabinieri li hanno ascoltati in caserma

Passeranno la notte in camera di sicurezza i due uomini fermati questa mattina per il furto con spaccata alla profumeria “Naima Griffe” di Santa Teresa di Riva. I carabinieri della locale Stazione hanno infatti proceduto con l’arresto nei confronti di due trentenni catanesi, accusati del reato di furto aggravato, e su disposizione della Procura della Repubblica li hanno rinchiusi nella camera di sicurezza in attesa dell’udienza direttissima che si terrà domani al Tribunale di Messina, dove dovranno comparire per la convalida. Nessuna traccia, invece, del terzo ladro, che è riuscito a dileguarsi dopo che la banda ha abbandonato nel torrente Botte di Savoca l’autovettura con la quale ha commesso il colpo alle 4.55 della scorsa questa notte, evidentemente dividendosi subito dopo e incamminandosi su strade diverse. I due arrestati sono stati intercettati alle 11 di oggi al centro di Santa Teresa, in via Monsignor Celona all’ingresso del quartiere Torrevarata: entrambi viaggiavano su una Renault con a bordo una coppia catanese, sembrerebbe parenti di uno dei due ma non coinvolti nel furto, e sono stati circondati da tre pattuglie dei carabinieri e poi condotti in caserma per essere identificati e ascoltati. L’esercizio commerciale derubato ha ripristinato in giornata i danni alla vetrina e alla porta di ingresso ed è rimasto regolarmente aperto; la refurtiva è stata interamente recuperata e dopo le indagini potrà quindi essere restituita ai titolari. 

Più informazioni: furto naima griffe  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.