Giovedì 18 Aprile 2024
Nuovi contagi Covid nella zona jonica. Forti ritardi nelle comunicazioni dall'Asp


Sei nuovi positivi a Nizza, chiuse le scuole. Primo caso ad Antillo, tampone agli studenti

di Andrea Rifatto | 05/11/2020 | CRONACA

4237 Lettori unici

Nuovi casi di Covid-19 sono emersi oggi nella zona jonica. L’incremento maggiore si registra a Nizza, dove il sindaco Piero Briguglio ha comunicato altri contagi, almeno sei, che portano a sette il numero degli attuali positivi in paese, che si aggiungono all’unico soggetto che risultava ancora contagiato: tre appartengono alla stessa famiglia, due ad un altro nucleo e un altro cittadino e tra questi vi è anche uno studente della scuola media, che era assente da scuola da giovedì scorso. Tutti si sono sottoposti privatamente a tampone e dunque i casi non sono ancora stati comunicati dalle autorità sanitarie, ma comunque i soggetti risultati positivi hanno informato il Comune. “Sono tutti in isolamento domiciliare, per lo più asintomatici ma qualcuno ha qualche linea di febbre - ha spiegato Briguglio - ho chiuso tutte le scuole per fare gli interventi di sanificazione dei locali per riprendere lunedì e vedere l’evoluzione dei contagi in paese. Sono contagi limitati, concentrati in famiglie, non vi sono focolai - ha sottolineto il sindaco - ma bisogna prestare attenzione, comunicando le positività. Nel momento in cui i casi vengono comunicati alle istituzioni, possiamo attivare i meccanismi di tutela della comunità: se il positivo ha la notizia immediata di aver contratto il Covid e lo comunica al Comune, possiamo procedere al tracciamento dei contatti ed evitare che si diffonda il contagio, perchè se dobbiamo aspettare la comunicazione ufficiale dell’Asp, che arriva dopo 7-8 giorni dietro sollecitazione dell’Amministrazione, ci troveremmo in forte ritardo. L’atteggiamento dei cittadini che ci hanno informato è da premiare - ha concluso il primo cittadino nizzardo - dobbiamo fare rete per la tutela di tutti, senza creare allarmismi ma affrontando la situazione con responsabilità”.

C’è il primo caso di Coronavirus ad Antillo, centro dove dall’inizio dell’emergenza non si erano registrati contagi. A risultare positivo al tampone molecolare è un infermiere residente in paese, che si trova in isolamento domiciliare nella propria abitazione: il caso è confermato ufficialmente dall'Asp. Un altro cittadino, un medico, è risultato positivo al test antigienico (tampone rapido) e si è già sottoposto al tampone nasofaringeo classico, attendendone in quarantena l’esito che dovrebbe giungere domani. Un terzo caso riguarda un’insegnante (residente in provincia di Catania) del plesso scolastico antillese, risultata positiva al Covid-19: una volta appresa la notizia, è stato deciso di sottoporre domani pomeriggio a tampone rapido tutti i 26 studenti delle sezioni dell’Infanzia, della Primaria e della Secondaria di primo grado per verificare se il virus abbia contagiato altre persone. A Savoca, dove si era tornat a zero contagi, si registra un nuovo positivo, mentre si attendono conferme dall’Asp su due casi di Covid a Casalvecchio Siculo.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.