Venerdì 03 Dicembre 2021
Era ricoverata da dieci giorni dopo aver manifestato i sintomi della malattia


Seconda vittima di Coronavirus nella zona jonica: morta la donna positiva di Roccalumera

di Andrea Rifatto | 11/04/2020 | CRONACA

7134 Lettori unici

Non ce l’ha fatta la donna di Roccalumera risultata positiva al Coronavirus. Ieri sera, infatti, si è spenta all'ospedale Cannizzaro di Catania, dove era ricoverata dal pomeriggio del 30 marzo dopo essere stata trasportata dall’ambulanza del 118 perché manifestava tutti i sintomi tipici della malattia, ossia febbre alta, tosse e difficoltà respiratorie. La vittima, che aveva 50 anni ed era originaria di Pagliara, è la seconda nel comprensorio jonico dopo l'anziana di Giardini Naxos deceduta il 25 marzo, era stata sottoposta nelle scorse settimane ad un trapianto di organi nel nosocomio catanese, poi aveva fatto rientro nella sua abitazione di Roccalumera per tornare nuovamente al Policlinico per una visita di controllo, rimanendo probabilmente contagiata in quell’occasione. Da dieci giorni si trovava intubata nel reparto di Terapia intensiva e le sue condizioni fisiche, già messe a dura prova dopo l'intervento, sono peggiorate fin quando è sopraggiunta la morte anche a causa del Covid-19, che ha ulteriormente debilitato il fisico. La conferma della positività era giunta nel pomeriggio del 31 marzo e il sindaco di Roccalumera aveva attivato il Centro comunale di Protezione civile, così come previsto dalle procedure. Ieri la triste notizia che la donna non ha vinto la sua battaglia contro il virus. Il sindaco, l'Amministrazione comunale e tutta la cittadinanza di Roccalumera hanno espresso vicinanza alla famiglia per la prematura scomparsa della loro congiunta, così come il sindaco di Pagliara ha espresso "il più profondo rammarico suo e di tutta la comunità per la prematura scomparsa della donna che da anni lottava per avere dei reni e poi purtroppo quando ha avverato il suo sogno è morta per questo tremendo virus".


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.