Mercoledì 21 Ottobre 2020
Ristretto ai domiciliari. Emesso a suo carico anche un Daspo di 5 anni


Scontri al derby Messina-Reggina, arrestato un 29enne di S. Teresa

04/12/2015 | CRONACA

3382 Lettori unici

Gli scontri del 30 maggio allo stadio. Nel riquadro Casablanca

Un 29enne di S. Teresa di Riva, Damiano Antonino Casablanca, è stato arrestato dagli agenti della Digos di Messina in quanto ritenuto responsabile di gravi atti di teppismo e violenza posti in essere durante e al termine dell’incontro di calcio Messina-Reggina, disputatosi allo stadio “San Filippo” il 30 maggio di quest’anno per il campionato di Lega Pro. Lo scorso 23 luglio, quando i poliziotti della Questura peloritana hanno eseguito le misure cautelari degli arresti domiciliari e dell’obbligo di presentazione all’autorità giudiziaria nei confronti di altri 15 ultras messinesi, Casablanca si trovava a Londra. Al suo rientro in Sicilia gli è stata notificata la misura degli arresti domiciliari e un Daspo di 5 anni. Nei mesi successivi all’incontro di calcio le indagini degli investigatori della Digos hanno permesso l’arresto complessivo di 24 tifosi violenti e l’applicazione di ulteriori misure, come l’obbligo di firma, a carico di 4 ultras.

Più informazioni: scontri messina-reggina  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.