Mercoledì 03 Marzo 2021
Un 34enne è stato beccato dai carabinieri subito dopo aver commesso il furto


Scippa una donna ma perde il cellulare, ladro maldestro arrestato a Santa Teresa di Riva

di Redazione | 22/02/2021 | CRONACA

3837 Lettori unici

Immediato l'arrivo della pattuglia del Radiomobile

Ha scippato una donna ma durante la fuga ha perso il cellulare ed è tornato indietro a cercarlo: sul suo cammino, però, ha trovato anche i Carabinieri, che a quel punto lo hanno arrestato. È quanto accaduto sabato sera a Santa Teresa di Riva, dove a finire in manette è stato un giovane del posto, Silvio Di Bella, 34 anni, già noto alle Forze dell'ordine, bloccato in flagranza per il reato di furto con strappo. I militari del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Taormina sono intervenuti intorno alle 20.30 allertati da una telefonata giunta al 112, con la quale veniva segnalato uno scippo ai danni di una donna: in poco tempo hanno quindi raggiunto l’abitazione indicata dalla vittima, situata in un vicolo di via Savoca, nel quartiere Portosalvo, e lì hanno trovato la santateresina, dell’età di 60 anni, ancora sotto shock, che ha riferito ai carabinieri di essere stata poco prima avvicinata, in prossimità dell’uscio della propria abitazione, da un ragazzo di giovane età che con un gesto repentino le aveva strappato con forza la borsa dalle mani, contenente 45 euro, i documenti e altri effetti personali, facendola cadere a terra per poi darsi subito alla fuga. Dopo aver raccolto una sommaria descrizione del ladro, i carabinieri hanno iniziato le ricerche per le vie limitrofe e hanno rintracciato Di Bella nelle immediate vicinanze, mentre con fare disinvolto cercava di recuperare il proprio telefono cellulare, scivolatogli dalla tasca durante la fuga. I militari, notata la somiglianza del 34enne con la descrizione della vittima e insospettiti dal suo comportamento ambiguo, lo hanno sottoposto a controllo, trovandolo in possesso della modica somma di denaro provento del reato appena commesso. Subito dopo sono riusciti a recuperare anche la borsa, di cui il giovane si era disfatto poco distante dal luogo in cui è stato fermato, abbandonandola sul marciapiede. La refurtiva e gli effetti personali sono stati quindi restituiti alla 60enne, soccorsa nel frattempo dall’ambulanza del 118 e medicata sul posto (ha rifiutato il trasporto in ospedale) per alcune escoriazioni riportate durante il furto, mentre il ladro, dopo il riconoscimento anche da parte della donna, è stato arrestato per furto con strappo e su disposizione della Procura della Repubblica di Messina sottoposto agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida, che si è tenuta questa mattina. Il giudice del Tribunale di Messina ha convalidato l’arresto operato dai carabinieri ed ha applicato a Silvio Di Bella la misura cautelare degli arresti domiciliari.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.