Mercoledì 08 Luglio 2020
Tragico incidente nella notte. Il conducente del veicolo aveva assunto droga


Schianto auto-scooter sulla Ss 114 a Giardini: muore un 19enne, gravissima una ragazza

di Andrea Rifatto | 27/06/2020 | CRONACA

28147 Lettori unici

La vittima, Giuseppe D'Amico, aveva 19 anni

Tragico incidente stradale questa notte a Giardini Naxos. Intorno all’1.30 si è verificato uno scontro sulla Strada statale 114 tra un’autovettura e uno scooter ed ad avere la peggio sono stati il conducente e il passeggero del mezzo a due ruote. In particolare il giovane che guidava il motociclo, un Piaggio Beverly, è apparso subito in gravissime condizioni e purtroppo è morto poche ore dopo essere giunto all’ospedale “San Vincenzo” di Taormina. La vittima è Giuseppe D’Amico, 19 anni di Giardini, che viaggiava insieme ad una ragazza, trasportata al pronto soccorso con numerose fratture, lesioni e politraumi: la giovane è stata sottoposta ad intervento chirurgico e si trova adesso nel reparto di Rianimazione in prognosi riservata e non è ancora fuori pericolo. Secondo una prima ricostruzione dell'accaduto, l’auto stava transitando sulla Ss 114 in direzione Messina-Catania, quando giunta all’intersezione con via Naxos ha effettuato una manovra di svolta per immettersi sul lungomare: in quel momento sopraggiungeva dalla direzione opposta il Beverly e l’impatto è stato inevitabile. I due giovani sono finiti violentemente sull’asfalto e sono stati soccorsi poco dopo dalle ambulanze del 118 di Giardini e Taormina che li hanno immediatamente condotti al “San Vincenzo”, dove però il 19enne non ce l’ha fatta. Sul luogo dell’incidente sono intervenuti i carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Taormina per ricostruire l’esatta dinamica dello schianto e accertare le responsabilità. Le indagini sono in corso: il conducente dell’autovettura coinvolta nello schianto, anche lui di giovane età, è stato sottoposto ai test per verificare l'assunzione di alcol o droga ed è risultato positivo alla cocaina. Sull'accaduto la Procura della Repubblica di Messina ha aperto un fascicolo d'inchiesta.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.