Giovedì 22 Ottobre 2020
Primi esiti dei test ma molti stanno seguendo una procedura errata in laboratori privati


Savoca, 8 positivi al Covid, nessun altro in isolamento. L’Asp: "Corsa ai tamponi inutile"

di Andrea Rifatto | 10/10/2020 | CRONACA

3996 Lettori unici

Attivo da due giorni il Coc di Protezione civile

Sono 8 al momento le persone positive al Coronavirus a Savoca. Lo conferma l’Asp di Messina e lo stesso dato è stato reso noto ieri sera dal Comune, a chiusura del report del Centro operativo comunale di Protezione civile. Sei di queste vivono a Savoca, altre due sono residenti in paese ma dimorano in centri vicini. I riflettori sono puntati in questi giorni sul borgo savocese, dove si teme l’insorgere di un focolaio dopo che anche il neosindaco Massimo Stracuzzi è risultato positivo in seguito ai festeggiamenti di lunedì della vittoria con la cittadinanza (con relativi assembramenti) e alla proclamazione di mercoledì, dove è stato imprudentemente a contatto con diverse persone senza mascherina. Oltre al primo cittadino, tra i contagiati vi sono almeno due assessori in pectore (la Giunta comunale non è stata ancora nominata). Ieri sono stati effettuati diversi tamponi e l’Asp già giovedì sera ha iniziato ad individuare i contatti stretti avuti dai positivi per porli in quarantena: oltre agli 8, però, al momento risulta in isolamento domiciliare solo un’altra persona (proveniente dall’estero). In ogni caso tra 14 giorni, come ci ha confermato l’Asp, saranno tutti sottoposti nuovamente a tampone, a meno che non compaiono prima sintomi o disturbi che portino ad anticipare il test. Ieri centinaia di persone, sia di Savoca che dei comuni vicini, si sono recate in laboratori privati per sottoporsi a tampone, ma l’iter seguito non è spesso corretto: “Effettuare il tampone con queste modalità è sbagliato - ci spiegano dal Dipartimento Prevenzione dell’Asp - andare adesso in laboratori privati quando teoricamente il contatto è avvenuto due giorni fa, è perfettamente inutile, non compare nulla ed è uno spreco di denaro, perchè alla fine il tampone lo dobbiamo fare noi e nel frattempo devono stare in casa. Stiamo cercando di contattarli e fermarli”. Nei primi tre giorni dopo l’esposizione a Sars-CoV-2, infatti, c'è un’alta probabilità che un test-tampone sia negativo, visto che il periodo medio di incubazione è di 5,1 giorni: in ogni caso non supera i 12-14 giorni e quindi è necessario rimanere in quarantena per due settimane per poi effettuare un nuovo tampone, come prescrivono le autorità sanitarie. L’Asp ritiene comunque che la situazione sia sotto controllo, con tutte le precauzioni e attenzioni del caso, e oggi dotrebbero arrivare gli esiti di altri tamponi.

“Io e le persone risultate positive al tampone stiamo bene e non presentiamo sintomi - ha scritto ieri mattina sui social il sindaco Massimo Stracuzzi - ci tengo a tranquillizzare i cittadini di Savoca e non solo, la situazione è costantemente monitorata, ho allertato l’Asp di Messina e la Prefettura, siamo in contatto costante. Ho invitato tutti coloro che sono stati in contatto con me o quelli vicino a me a mettersi in quarantena volontaria e con l’Asp stiamo concordando un piano di tamponi. Nella giornata odierna diversi concittadini hanno effettuato il tampone ottenendo esito negativo - ha poi aggiunto in serata Stracuzzi - compresa tutta la mia famiglia sempre con esito negativo, così come i miei amici più stretti. Motivo per la quale, in via precauzionale, nella giornata di domani chiederò che mi venga fatto un altro tampone”. A Savoca municipio e scuole rimarranno chiusi anche lunedì.

Più informazioni: covid savoca  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.