Sabato 24 Febbraio 2024
Un uomo di Nizza protagonista di una movimentata serata con Carabinieri e 118


Roccalumera, ubriaco al volante sfiora pedoni e si schianta su una vettura in sosta - FOTO

di Redazione | 12/12/2020 | CRONACA

4227 Lettori unici | Commenti 1

Sul posto due pattuglie dell'Arma

Movimentata serata sulle strade di Roccalumera in seguito ad un incidente stradale. Protagonista un automobilista 40enne di Nizza di Sicilia, che ha tenuto impegnate per due ore le Forze dell’ordine sotto lo sguardo di numerosi curiosi. L’uomo, al volante di una Opel Agila, intorno alle 18.30 transitava sul lungomare provenendo da nord, quando giunto all’altezza di via Torrente Sciglio ha imboccato la strada che conduce sulla Statale 114: nell’effettuare la la manovra di svolta, però, ha completamente invaso la corsia opposta, sfiorando il camion di un venditore ambulante di frutta e verdura che si trovava sul margine destro e alcune persone che stavano effettuando acquisti, sterzando poi bruscamente verso sinistra finendo per schiantarsi contro un’auto in sosta, una Fiat Punto di proprietà di una famiglia che risiede lì vicino, spinta alcuni metri indietro e danneggiata nella parte anteriore. Il 40enne, una volta sceso dal suo mezzo non più circolante per i danni subiti, è subito apparso in stato di alterazione psicofisica dovuta all’assunzione di alcol e nonostante la disponibilità dei proprietari della vettura tamponata a risolvere bonariamente l’accaduto, scambiando i dati visto che nessuno era rimasto ferito, ha sostenuto come sia stata la Punto ad essergli piombata addosso dalla direzione opposta, inveendo contro tutto e tutti e chiedendo l’intervento dei Carabinieri. Poi si è allontanato a piedi, forse salendo su un’altra vettura. Nel frattempo sono giunte sul posto due gazzelle dell’Arma delle Stazioni di Roccalumera e Alì Terme, che hanno sentito i testimoni e rilevato l’incidente ricostruendone la dinamica. Poco dopo l’investitore nizzardo è ricomparso in via Torrente Sciglio, accompagnato in auto da un cugino, continuando a ripetere la sua versione sostenendo di essere stato tamponato, barcollando e rifiutando di sottoporsi all’alcol test sull’ambulanza del 118, fatta giungere dalla postazione di Santa Teresa di Riva. Solo intorno alle 20.30 la vicenda si è risolta e il 40enne ha fatto rientro a Nizza, accompagnato dal parente con cui era tornato sul luogo del sinistro, mentre i mezzi incidentati sono stati rimossi da due carroattrezzi.



COMMENTI

scalici | il 14/12/2020 alle 21:35:46

il cugino ero io paolo scalici, non gli hanno detto di fare l'alcool test in ambulanza , e io lo ho allontanato dal posto x farlo calmare . i carabinieri mi hanno detto di stare li e tenerlo calmo. e a casa lo accompagnato io.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.