Martedì 23 Aprile 2024
Restituita ai familiari per i funerali la salma dell'ex pilota morto nell'incidente


Roccalumera, oggi l'ultimo saluto a Giuseppe Pirrone: il ricordo di amici e cittadini

di Andrea Rifatto | 26/02/2024 | CRONACA

1194 Lettori unici

Giuseppe Pirrone avrebbe compiuto 86 anni il 14 marzo

Un malore alla guida rimane la tesi più plausibile per spiegare il tragico incidente costato la vita venerdì pomeriggio a Giuseppe Pirrone, l'85enne di Roccalumera schiantatosi con la sua Fiat Panda contro il muro della galleria Capo Pietra allo svincolo di Taormina dell’A18, sulla carreggiata in direzione Messina. Sulla natura autonoma dell’incidente non ci sono dubbi e la Procura della Repubblica di Messina, che ha aperto un fascicolo sull’accaduto affidando le indagini alla Polizia stradale di Giardini Naxos, ha disposto la restituzione della salma ai familiari, ritenendo non sia necessario eseguire l’autopsia. I funerali dell’ex pilota si terranno oggi, lunedì 26 febbraio, alle 15.30, nella chiesa Madonna della Catena di Roccalumera. Centinaia i commenti di cordoglio per la scomparsa di Beppe, come tutti lo chiamavano, che già negli Anni ’50 correva al volante con il nome di “Zerimar” e dal 1960 al 1970 ha partecipato alla Targa Florio con buoni piazzamenti, ancora oggi molto noto e apprezzato nel mondo dell'automobilismo siciliano: “Ne ricordiamo le ottime doti di pilota e la passione - ha commentato il presidente dell’Automobile Club Messina, Massimo Rinaldi - un nostro consigliere di cui sentiremo la mancanza, un pilota che ha onorato la provincia con partecipazioni importanti come quelle alla Targa Florio”. Per il delegato-fiduciario Aci Sport Sicilia, Daniele Settimo, “una persona importante per la mia crescita sportiva, a cui sono e rimarrò legato da gratitudine e sincera amicizia. Un fratello maggiore, siamo tutti increduli per l’improvvisa disgrazia”. 

A Roccalumera, dove fu anche ideatore della celebre “Scuderia Ficara”, la notizia ha lasciato sgomenta tutta la cittadinanza, che ricorda Giuseppe Pirrone per il garbo e la signorilità: “Il paese e il mondo dell'automobilismo piangono uno dei loro figli migliori - dice Massimo Bellomo, consigliere comunale - nella sua carriera da pilota ha mostrato grandi capacità che cercava sempre di sminuire, un po’ per la sua grande umiltà, un po’ per la sua timidezza. Un uomo onesto che godeva della stima di tutti”. Tanti in queste ore si stanno stringendo al dolore della moglie Bocena, del figlio Antonio e dei parenti dell’ex pilota, che avrebbe compiuto 86 anni il 14 marzo e che per un tragico scherzo del destino ha salutato la vita terrena compiendo il gesto che più amava: guidare.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.