Domenica 11 Aprile 2021
Sorpreso durante un controllo dai Carabinieri mentre si aggirava con fare sospetto


Ricercato dal 2018 per spaccio di droga nelle Marche, 28enne arrestato ad Antillo

di Redazione | 05/04/2021 | CRONACA

2137 Lettori unici

Ad operare due Stazioni della Compagnia

Dalla fine del 2018 aveva fatto perdere le proprie tracce e su di lui pendeva un’ordinanza di applicazione della custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Macerata. La scorsa notte, dopo una telefonata al 112 che segnalava un diverbio tra alcune persone ad Antillo, i carabinieri della Compagnia di Taormina lo hanno trovato nel piccolo borgo della valle d’Agrò mentre si aggirava con fare sospetto e per lui è scattato l’arresto. Protagonista della vicenda un giovane di origine nigeriana, Endurance Lucky, 28 anni, già noto alle Forze dell’ordine, rintracciato dai militari delle Stazioni di Antillo e Limina nel corso dei servizi di controllo del territorio. All’atto del controllo l’uomo non aveva con sè documenti identificativi e non era mai stato notato dai carabinieri nel centro antillese e in quelli vicini, anche se da quanto ricostruito pare lavorasse nei terreni agricoli della zona: a quel punto è stato condotto in caserma e sottoposto a fotosegnalamento per verificarne l’identità e la regolarità della sua presenza sul territorio nazionale. All’esito degli accertamenti è emerso che al 28enne era stato revocato il diritto di accoglienza nel 2018, poiché si era allontanato volontariamente dal centro dove era ospitato e inoltre, nel novembre dello stesso anno, era stato destinatario nella regione Marche di un’ordinanza di applicazione della custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale di Macerata, nei suoi confronti e di altri 15 suoi connazionali, poiché gravemente indiziati dei reati di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti del tipo eroina e marijuana nella provincia di Macerata. Dalla fine del 2018, però, di Endurance Lucky non si avevano avuto più notizie in quanto si era sottratto alla cattura. Adesso è stato quindi arrestato in esecuzione del provvedimento emesso oltre due anni fa dalla magistratura maceratese ed è stato denunciato per la violazione della normativa in materia di immigrazione. Ultimate le formalità di rito, l’arrestato è stato trasferito nel carcere di Messina Gazzi in attesa dell’interrogatorio di garanzia.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.