Domenica 17 Novembre 2019
Tratto centrale off limits. Sabbia e detriti riversati in strada anche a S. Teresa


Prima mareggiata sulla riviera jonica, chiuso il lungomare di Sant'Alessio

di Redazione | 29/10/2016 | CRONACA

3955 Lettori unici | Commenti 1

Il lungomare di Sant'Alessio sferzato dalle onde

Prima mareggiata sulla riviera jonica messinese. Dalla tarda serata di ieri il mar Jonio è agitato e le onde si sono spinte fin sopra i lungomari dei centri costieri. A farne le spese in particolare Sant’Alessio Siculo, uno dei centri che soffre particolarmente l’erosione costiera che ha quasi totalmente cancellato la spiaggia. Nel tratto centrale della cittadina del Capo sabbia e detriti sono stati riversati dai marosi sulla sede stradale, rendendo difficile la circolazione. Questa mattina il comandante della Polizia municipale, Salvatore D’Agata, ha quindi disposto la chiusura del lungomare nel tratto tra via Sciascia e via Torrente Salice, in attesa che il maltempo si attenui consentendo di poter ripulire la strada. Sabbia sul lungomare anche a S. Teresa di Riva, in particolare all’altezza di via del Gambero, dove l’erosione marina ha ridotto sensibilmente la lunghezza della spiaggia, e via Pozzo Lazzaro, al centro del paese. La presenza di sabbia sulla carreggiata è stata segnalata dal Comune e gli operai si sono attivati per chiudere i varchi verso la spiaggia ed evitare così rischi per i pedoni, visto che la mareggiata ha spazzato via le scivole di accesso al’arenile. Per la giornata di domenica è stato disposto un intervento di pulizia straordinaria dei tratti di lungomare dove si è riversata la sabbia. la Nessun disagio a Furci Siculo e Roccalumera, dove i proprietari di barche si sono organizzati per tempo per metterle al sicuro ed evitare danni.

L'avviso della Protezione civile regionale prevede fino alle 24 di oggi piogge anche a carattere temporalesco e venti di burrasca, mentre il moto ondoso dovrebbe subire un generale calo dal pomeriggio.


COMMENTI

Salvatore Coglitore | il 29/10/2016 alle 13:20:00

Oggi mareggiata di un mare particolare, chiamato comunemente “mari mannatu” cioè –mandato – che viene da lontano. Infatti si tratta di mare Greco-Tramontana che viene da lontano, dove c’è stato maltempo. Queste mareggiate sono improvvise e durano soltanto un paio d’ore, la caratteristica è che le onde (cavalloni) sono frontali alla spiaggia e quando salgono portano sabbia, che depositano dietro il muro del Lungomare, mentre quando si ritirano “rastrellano” la sabbia dalla battigia. Questo fenomeno fa sì che la spiaggia si accorcia velocemente e quindi aumenta la pendenza, tanto che l’effetto momentaneo è preoccupante per l’erosione. Però quando il fenomeno delle spettacolari onde va scemando, la sabbia come per miracolo torna al suo posto. Questo mare, proveniente da nord-est aiuta il ripascimento di Capo Sant’Alessio.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.