Venerdì 27 Novembre 2020
Ai domiciliari il compagno violento, fermato dopo la denuncia della vittima


Picchia e minaccia di morte la convivente, arrestato 39enne di Nizza di Sicilia

di Andrea Rifatto | 12/09/2019 | CRONACA

3159 Lettori unici

A svolgere le indagini i carabinieri di Roccalumera

La picchiava continuamente, le impediva di uscire per andare al lavoro, la minacciava di morte in ogni occasione, accecato dalla gelosia e convinto che avesse un altro uomo. Fin quando lei ha detto basta ed è andata via di casa, denunciando il convivente violento, padre dei loro figli piccoli. Denuncia che ha portato un 39enne di Nizza di Sicilia, D. C. P., a finire agli arresti domiciliari in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip Salvatore Mastroeni del Tribunale di Messina per i reati di maltrattamenti contro familiari e lesioni personali, entrambi aggravati, nei confronti della compagna, una 37enne nizzarda. L’uomo la teneva continuamente sotto controllo, le aveva sottratto il cellulare e in un caso l’aveva trovata a parlare al telefono con un amico scatenando su di lei tutta la sua rabbia, picchiandola perché convinto di essere tradito e procurandole lesioni. Una presenza asfissiante, tanto che la donna ha deciso di trasferirsi con i figli in un’altra abitazione e andare dai carabinieri della Stazione di Roccalumera a denunciarlo. Dopo le celeri indagini condotte dai militari dell’Arma ai comandi del luogotenente Roberto Montagna, il Gip ha firmato l’ordinanza di custodia disponendo per il 39enne violento gli arresti domiciliari a Nizza, nonostante la parte offesa avesse chiesto in questa fase il divieto di avvicinamento, decidendo quindi una misura più pesante ritenuta necessaria visti i gravi maltrattamenti protrattisi nel tempo, le lesioni causate alla vittima e lo stato di tracotanza e gelosia continua. La 37enne è stata assistita dal centro antiviolenza “Al tuo fianco” di Roccalumera, che rappresenta un valido aiuto per le donne vittime di maltrattamenti e soprusi e la cui presenza serve da sprone per denunciare gli uomini violenti in modo da fermarli per tempo.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.