Martedì 02 Marzo 2021
Intervento dei Carabinieri. L'uomo ha violato anche il divieto di avvicinarsi


Perseguita, minaccia e malmena il vicino di casa: arrestato un anziano di Savoca

di Andrea Rifatto | 06/02/2021 | CRONACA

1784 Lettori unici

Ad operare i militari della Stazione di Sant'Alessio

Lo perseguitava da settimane e gli rendeva la vita difficile ogni giorno, con un crescendo di minacce e intimidazioni che hanno portato la vittima a denunciare tutto all’Arma dei Carabinieri, intervenuta tempestivamente a più riprese fin quando è arrivato un provvedimento che è servito a bloccare le ire del violento. Protagonista della vicenda un uomo di Savoca, S. S., 76 anni, arrestato dai militari della Stazione di Sant’Alessio Siculo, competenti per territorio, con le accuse di atti persecutori e lesioni e ristretto ai domiciliari su disposizione del Gip del Tribunale di Messina. L’anziano da tempo aveva preso di mira un vicino, un 50enne savocese con il quale non corre buon sangue per via di dissidi di natura privata legati a futili motivi, e aveva iniziato a perseguitarlo sotto casa e nelle immediate vicinanze delle rispettive abitazioni situate in una frazione del paese, reiterando gravi minacce e arrivando anche a danneggiargli il portone. Dopo la querela sporta dalla vittima, il Tribunale ha contestato al 76enne l’accusa di stalking e ha disposto nei suoi confronti il divieto di avvicinamento a meno di 200 metri dai luoghi frequentati dal vicino. Questa restrizione, però, non ha per nulla fatto desistere l’anziano, che ha violato l’obbligo continuando imperterrito con la sua condotta. A questo punto si è reso necessario un nuovo intervento dei Carabinieri di Sant’Alessio, operanti ai comandi del luogotenente Vito Calì, che hanno ricostruito l’accaduto nei minimi particolari informando la Procura della Repubblica dell’aggravamento della situazione: da qui sono scattate le procedure che hanno portato all’emissione di un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari non solo per atti persecutori ma anche per lesioni, in quanto in un’occasione S. S. ha colpito il 50enne con un bastone di legno, facendolo finire in ospedale con una prognosi di 15 giorni. Adesso l’anziano persecutore si trova ristretto nella sua abitazione e per la vittima l’incubo è finito, si spera definitivamente.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.