Domenica 25 Febbraio 2024
Intervento della Guardia di Finanza: sigilli su diversi mezzi e attrezzature


Pagliara, sequestrata una vasta area demaniale al confine con Roccalumera - FOTO

di Andrea Rifatto | 06/03/2021 | CRONACA

1742 Lettori unici

Alcuni mezzi e l'ingresso dell'area

Una vasta area in contrada Piana, nella parte bassa della frazione Rocchenere al confine con Roccalumera, è stata sequestrata nei giorni scorsi dalla Guardia di Finanza di Taormina. I finanzieri sono intervenuti a ridosso del torrente Pagliara in uno slargo demaniale a cui si accede da un cancello carrabile e da dove si raggiungono poi alcuni terreni agricoli e insediamenti artigianali posti poco più a monte e hanno posto sotto sequestro preventivo sia l’area che diversi mezzi che si trovavano su di essa. Il blitz sarebbe scattato per contestare l’occupazione di terreni demaniali ma le indagini sarebbero ancora in corso e dalle Fiamme gialle della Compagnia taorminese non trapelano ulteriori dettagli, così come non è chiaro se il sequestro sia stato già convalidato dal pubblico ministero. Ciò che è certo è che non si tratta di un sequestro legato a reati ambientali o ad attività illecite di gestione e smaltimento di rifiuti, come avvenuto nei mesi scorsi in quella zona, ma piuttosto ad attività di polizia demaniale. Sui luoghi, insieme ai finanzieri, sarebbero intervenuti anche i funzionari dell’Ufficio tecnico del Comune di Pagliara. I sigilli sono stati posti sul cancello di ingresso, su due rimorchi parcheggiati all’esterno a ridosso della strada che collega Roccalumera con Rocchenere e su altri mezzi pesanti, tra cui delle vecchie autogru e altre strutture ferrose, parcheggiati sempre in area demaniale ma più a monte. Al momento non è ancora stato reso noto se vi siano soggetti denunciati dalla Guardia di Finanza alla Procura della Repubblica, visto che gli inquirenti mantengono il più stretto riserbo, ma ciò appare molto probabile. In tutta l’area a ridosso del torrente, comunque, sono disseminati rifiuti di vario genere, come ingombranti, scarti edili, legname e sacchi neri e la zona regna nel degrado più assoluto.



COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.