Martedì 07 Aprile 2020
La decisione nei confronti della discoteca di Sant'Alessio Siculo era stata presa dalla Questura


Sospesa la licenza al “Capo dei Greci, ma il Tar blocca il provvedimento

14/08/2015 | CRONACA

4375 Lettori unici

La Questura di Messina ha emesso un decreto di sospensione della durata di 10 giorni della licenza di pubblica sicurezza che autorizza gli intrattenimenti danzanti nella discoteca “Capo dei Greci” di Sant’Alessio Siculo. Il provvedimento scaturisce in seguito alle attività effettuate, nel corso di quest’estate, dalla Arma dei Carabinieri della Compagnia di Taormina, che in più occasioni ha accertato che il locale, autorizzato per 750 persone, ospitasse in realtà alle serate danzanti diverse centinaia di fruitori in più rispetto ai limiti stabiliti dalla licenza. Nelle stesse occasioni è stato accertato che la discoteca proseguisse con le serate ben oltre gli orari stabiliti e i carabinieri delle stazioni di Sant'Alessio Siculo e Forza d'Agrò erano stati allertati più volte anche per disciplinare la circolazione sulla Statale 114, spesso bloccata dalle auto in sosta selvaggia.


AGGIORNAMENTO
Il provvedimento di sospensione della licenza di pubblica sicurezza firmato dal Questore di Messina è stato sospeso dal Tar di Catania in seguito al ricorso d'urgenza presentato dai titolari dell'autorizzazione agli spettacoli danzanti. Il locale rimane dunque aperto in attesa della discussione nel merito dei motivi del ricorso.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.