Sabato 15 Giugno 2024
Grave episodio scoperto dai familiari del defunto. Presentata una denuncia ai Carabinieri


Misteri nel cimitero di Casalvecchio Siculo: tomba danneggiata e strani ritrovamenti

di Andrea Rifatto | 28/09/2022 | CRONACA

4419 Lettori unici

La tomba danneggiata e gli spilli conficcati nei frutti

Un grave episodio ai danni di una sepoltura e strani, quanto inquietanti, ritrovamenti. È teatro di misteriosi avvenimenti negli ultimi tempi il cimitero comunale di Casalvecchio Siculo. Il più spiacevole si è verificato nei giorni scorsi e ha riguardato un loculo di un uomo scomparso oltre quindici anni fa, che è stato pesantemente danneggiato. Qualcuno, infatti, ha infranto la lapide in marmo in corrispondenza del volto del defunto, distruggendo anche il supporto della lampada perpetua e il portafiori in ceramica, utilizzando probabilmente un martello, una mazzetta da muratore o un altro oggetto contundente. A fare l’amara scoperta è stato un parente durante la visita ai defunti, che ha avvisato un altro familiare residente fuori paese. Quest’ultimo, nella giornata di lunedì, si è recato alla Stazione Carabinieri di Sant’Alessio Siculo, competente anche sul territorio casalvetino, per sporgere denuncia contro ignoti per il danneggiamento subito, spiegando di non aver alcun sospetto e di non aver mai subito danni alla tomba del congiunto. 

Un episodio che ha suscitato sdegno e profonda amarezza, che potrebbe essere considerato un vero e proprio vilipendio della sepoltura e che fa seguito ad altri strani accadimenti all’interno del camposanto. Sulla lapide presa di mira, ma anche su altre tombe, nei giorni precedenti erano infatti stati trovati degli ortaggi e dei frutti infilzati con degli spilli in ferro e con una croce o una lettera T impressa sopra con un pennarello o della vernice di colore nero. Chi si è scagliato con tanta ferocia su quella lapide? E per quella motivo? Si tratta di semplici vandali che ingannano così il loro tempo o forse il cimitero casalvetino viene utilizzato da qualcuno per strani riti? Al momento non ci sono certezze o ulteriori elementi che possano far propendere per questa seconda ipotesi, esclusa anche dal sindaco Marco Saetti, ma alla luce della denuncia presentata i carabinieri lavoreranno per fare luce sull’accaduto. Il cimitero di Casalvecchio Siculo non è dotato di impianto di videosorveglianza, nè all’interno nè all’esterno, e dunque non vi sono immagini che abbiano immortalato quanto sia accaduto, probabilmente in tarda serata o di notte, e chi abbia agito per compiere questa azione di disprezzo verso il defunto e irrispettosa verso il luogo sacro.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.