Sabato 31 Luglio 2021
Il professionista di Messina, che presta servizio a S. Teresa, era rientrato dal Trentino


Medico del Centro diagnostica positivo al Covid-19: decine di persone in quarantena

di Andrea Rifatto | 17/03/2020 | CRONACA

21672 Lettori unici | Commenti 7

Il Centro di diagnostica di S. Teresa

Un medico che presta servizio al Centro di diagnostica per immagini del dottor Francesco Fiumara di S. Teresa di Riva è risultato positivo questa mattina al Coronavirus-19. Si tratta di un professionista 55enne di Messina, collaboratore esterno, che sabato 7 marzo è rientrato da una vacanza sulla neve a Madonna di Campiglio, in Trentino Alto-Adige, dove si era recato a fine febbraio. Il medico ha prestato servizio nella struttura santateresina nel pomeriggio di mercoledì 11 marzo, entrando in contatto con pazienti, colleghi e operatori del Centro: il centro era infatti rimasto aperto per le prestazioni urgenti ed erano state interrotte tutte le attività in regime privato e le prestazioni degli ambulatori specialistici, operano all'interno con le necessarie misure di prevenzione. Appreso nella tarda serata di ieri l'esito del tampone, questa mattina il Centro di diagnostica per immagini è stato chiuso e tutto il personale che opera all'interno si è posto in stato di quarantena volontaria a scopo precauzionale, dopo aver preso contatto con il proprio medico di famiglia, così come sono stati rintracciati i 10 utenti che mercoledì sono stati a contatto con il medico affinchè si pongano in autoisolamento, residenti a S. Teresa e in altri comuni della zona. L'Asp, informata della situazione, ha fatto presente che al momento non effettuerà tamponi di controllo in quanto gli stessi non sono previsti su pazienti asintomatici. Sul medico risultato positivo, che presenta febbre non alta e si trova in isolamento a casa, è stata effettuata un'indagine epidemiologica e sono in corso accertamenti medici sulla stretta cerchia di familiari entrati in contatto con lui. Anche il Policlinico di Messina, dove il medico presta servizio, ha attivato immediatamente le misure di sanificazione e contenimento previste: misure preventive sono state intraprese pure per pazienti e colleghi venuti a contatto con la persona risultata positiva.

"É stato trasmesso sia a noi che all’Asp l’elenco delle persone che sono state visitate che abbiamo contattato per mettersi anche loro in quarantena - spiega il sindaco di S. Teresa, Danilo Lo Giudice - ho chiesto anche l’elenco di tutte le persone che mercoledì sono state presso il centro diagnostico al fine di porre anche loro in stato di quarantena in via precauzionale, benché non siano entrate direttamente in contatto con il medico. Al di là di questo - ha aggiunto il sindaco - come vedete in un attimo si può scatenare un putiferio, non è un gioco, non pensate che questa situazione riguardi altri e non noi perché in un attimo può diventare letale per tutti. Dovete rimanere a casa, non dovete uscire".


COMMENTI

Giovanni La Macchia | il 17/03/2020 alle 13:58:44

Ma i medici non fanno un giuramento prima di esercitare la professione? Magari dovrebbe essere radiato dall’albo

Massimo | il 17/03/2020 alle 15:02:03

Ma questo dott pensava che fosse immune al Coronavirus , ho abbiamo a che fare con delle persone di una superficialità allucinante , l'ignoranza e la materia più difficile da combattere . spero che venga sanzionato con le dovute sanzioni .

Gioacchino Balastro | il 17/03/2020 alle 15:37:17

Da Madonna di Campiglio a Madonna della Pietà. Dottore, dottore, dottore......povera università!!!

Nadia | il 17/03/2020 alle 17:43:27

Era proprio necessario e di vitale importanza farsi la gita sulla neve? , soprattutto in questo particolare momento di massima allerta! I miei figli sono rimasti tutti :chi al nord, chi all'estero senza spostarsi per evitare qualsiasi conseguenza negativa.

giuseppe depietro | il 17/03/2020 alle 20:37:30

Va Denunciato per EPIDEMIA COLPOSA considerate le aggravanti. Non la può passare liscia...... in cina lo avrebbero già fucilato.

Massimo | il 18/03/2020 alle 12:59:31

Condivido con il sig Balastro , questo negligente dottore oltre il panico che sta creando , crea altri disagi ai cittadini sul territorio, l'unica struttura di riferimento il centro diagnostico mi auguro che venga sanzionato , così nella vita lui e tante persone come lui possano rendersi umili .

TOTO | il 10/04/2020 alle 17:01:50

PERò SAREI CURIOSO COME MAI DI QUESTI MEDICI AVVOCATI E COSI VIA ........ CHE SI SONO FATTI LA GITA E NON SI SONO AUTO DENUNCIATI AL RITORNO, NON SI FANNO I NOMI, E COGNOMI? CHE SI TENGONO NASCOSTI? CREDO CHE COSI SI PROTEGGONO, E NONE GIUSTO LORO SONO UGUALI A TUTTI GLI ALTRI, ANZI A MAGGIOR RAGIONE, E NON VOGLIO DIRE ALTRO.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.