Sabato 15 Giugno 2024
Fermato in strada dai carabinieri per un controllo, poi la scoperta della droga nascosta


Marijuana e cocaina dentro casa per oltre 3.000 dosi, arrestato 51enne di Furci Siculo

di Redazione | 07/12/2023 | CRONACA

6048 Lettori unici

La droga e il materiale trovato dai carabinieri

Due carabinieri in moto lo hanno fermato sul lungomare, sottoponendolo ad un controllo di identificazione di routine, ma hanno ritenuto fosse troppo impaziente e che volesse tentare di eludere le verifiche con delle scuse: a quel punto hanno approfondito l'accertamento e lo hanno perquisito, trovandogli addosso una dose di cocaina. I controlli sono però andati avanti e si sono spostati nella sua abitazione, fin quando per lui è scattato l’arresto. A finire in manette in flagranza di reato, a Furci Siculo, un 51enne del posto già noto alle Forze dell’ordine, Simone Panteoro, accusato del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. I carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Taormina lo hanno fermato sulla litoranea furcese martedì mattina e ritenendo che potesse detenere ulteriore droga in casa, hanno esteso la perquisizione anche al suo domicilio: nella cassetta delle lettere della sua abitazione, chiusa sotto chiave, hanno trovato un barattolo in vetro contenente oltre 16 grammi di cocaina, mentre in una cantina in uso al 51enne, ubicata nel seminterrato dell’abitazione, sono stati rinvenuti altri 680 grammi di marijuana. 

Nel corso della perquisizione sono stati scoperti anche due bilancini di precisione e vario materiale e inoltre sono stati recuperati e sequestrati alcuni appunti manoscritti, sui quali secondo l’Arma dei Carabinieri l’arrestato appuntava le presunte vendite delle dosi dello stupefacente. Dalle analisi dello stupefacente, eseguite dai Carabinieri del Ris di Messina, è emerso che dal quantitativo di cocaina sequestrato sarebbe stato possibile ricavare oltre 100 dosi, mentre dalla marijuana oltre 3.210 dosi. Panteoro, ultimate le formalità procedurali, è stato arrestato e condotto davanti alla giudice per le indagini preliminari Adriana Sciglio, che ieri ha convalidato l’arresto e disposto per l’uomo la misura cautelare dell’obbligo di firma tre volte la settimana alla Stazione Carabinieri di Santa Teresa di Riva. I servizi dei carabinieri finalizzati al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti vanno avanti in tutto il comprensorio jonico.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.