Mercoledì 08 Aprile 2020
Danni alle strutture in spiaggia e traffico in tilt sui lungomari per le onde


Mareggiata: distrutto un lido a Roccalumera, disagi a S. Teresa - FOTO

di Andrea Rifatto | 28/09/2018 | CRONACA

10051 Lettori unici

Il lido distrutto a Roccalumera

La prima mareggiata autunnale sta provocando danni e disagi sulla costa jonica. Dal primo pomeriggio di oggi le condizioni del mare sono notevolmente peggiorate, con il moto ondoso che si è fatto via via sempre più forte per un vortice di bassa pressione diretto in Grecia che ha agitato lo Jonio. A Roccalumera il mare ha distrutto uno stabilimento balneare nella zona sud del paese, il Tito Beach Club, non ancora interamente rimosso: le onde hanno colpito le quattro strutture prefabbricate che costituivano la parte principale del lido danneggiandole pesantemente e sbattendole sul muro di contenimento del lungomare. Su tutta la spiaggia sono finiti disseminati pezzi di legno, plastica, sedie sdraio e perfino il forno utilizzato per le pizze. I proprietari hanno tentato di portare sul marciapiede più materiale possibile ma la violenza dei marosi ha permesso di salvare ben poco di quanto si trovava ancora in spiaggia. Sul posto sono giunti i Vigili del Fuoco dal Distaccamento di Letojanni e con un'autogru dal Comando provinciale di Messina, oltre a una ditta privata di autotrasporti, per agganciare i prefabbricati e riportarli sul lungomare. Rallentamenti al traffico, con la Polizia municipale che ha regolato la circolazione a senso unico alternato. Diverse le imbarcazioni trascinate via dalle onde che non sono state salvate in tempo dai proprietari.

A S. Teresa la mareggiata sta provocando disagi sul lungomare, principalmente all'altezza di via Del Gambero (zona dove la spiaggia è ristretta da molti anni a causa dell'erosione), in corrispondenza di piazza Municipio e tra i quartieri Borgo Marino e Sacra Famiglia. Le onde hanno trasportato sulla carreggiata notevoli quantità di sabbia, soprattutto al Gambero dove è stata chiusa anche la piazzetta che si affaccia sul mare, con difficoltà alla circolazione. La Polizia municipale è intervenuta per deviare sulla Statale 114 da via Pozzo Lazzaro i mezzi che transitano in direzione Catania, mentre quelli verso Messina vengono fatti circolare sulla corsia lato monte per evitare che vengano colpiti dai marosi. A seguire l'evolversi della situazione è presente l'assessore Gianmarco Lombardo, che ha dato disposizioni agli operai comunali affinche segnalino la presenza dei detriti sulla sede stradale. Le ultime attrezzature del Comune rimaste ancora sulla spiaggia sono state rimosse in tutta fretta, a parte alcune decine di mattonelle in cemento nel quartiere Barracca che sono state trascitate dalle onde e che si spera possano essere recuperate al più presto. Situazione sotto controllo negli altri comuni: a S. Alessio la mareggiata non ha raggiunto il lungomare, idem a Furci e Nizza. 



COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.