Sabato 15 Giugno 2024
Stroncato da un arresto cardiaco per congestione sulla spiaggia di Schisò


Malore in mare, 66enne in vacanza muore a Giardini Naxos

di Redazione | 01/07/2016 | CRONACA

4573 Lettori unici

La spiaggia di Giardini Naxos

Tragica fatalità ieri pomeriggio sulla spiaggia libera di Giardini Naxos. Un uomo di 66 anni, R.A.,  è morto in mare intorno alle 15.30 a causa di un malore che non gli ha lasciato scampo subito dopo essersi immerso in acqua. Il 66enne, originario della provincia di Sondrio, si trovava in vacanza a Giardini con la sorella e il cognato e aveva scelto la spiaggia di Schisò per trascorrere una giornata al mare. Dopo aver finito di pranzare intorno alle 14.30, aveva deciso di recarsi sull’arenile e per trovare riparo dal caldo si era tuffato in acqua: poco dopo, però, ha iniziato a sentirsi male e tre bagnanti che si trovavano nelle vicinanze, accortosi di quanto stava accadendo, si sono subito gettati in mare per soccorrerlo e portarlo a riva. Subito dopo è stata allertata l’ambulanza del 118 e nel frattempo da un vicino stabilimento balneare è intervenuto un bagnino, che ha messo in atto le manovre di riabilitazione cardiocircolatoria, poi proseguite anche dai sanitari con l’ausilio del defibrillatore, per cercare di far riprendere l’uomo. Per il turista lombardo, però, non c’è stato nulla da fare per strapparlo alla morte, constatata poco dopo le 16.30 per annegamento per arresto cardiaco in seguito a congestione. Sul luogo del fatto sono intervenuti gli uomini dell’Ufficio locale marittimo della Guardia costiera di Giardini Naxos, al comando del capo di prima classe Cosimo Roberto Arizzi, che hanno informato dell’accaduto il magistrato di turno: il giudice, preso atto che si è trattato di morte per cause naturali secondo quanto accertato dal medico legale dell’Asp, ha quindi disposto la consegna della salma ai familiari.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.