Martedì 31 Marzo 2020
Il giovane di Antillo era ricoverato al Policlinico in gravi condizioni. Paese sotto choc


Incidente sulla Sant’Alessio-Antillo, non ce l’ha fatta il 16enne Andreas Bongiorno

di Andrea Rifatto | 19/08/2016 | CRONACA

42623 Lettori unici

Il luogo dell'incidente e nel riquadro il 16enne

Non ce l’ha fatta il giovane di Antillo rimasto gravemente ferito nell’incidente stradale autonomo verificatosi nella notte dell’11 agosto sulla Provinciale 12 Sant’Alessio-Antillo, all’altezza della frazione alessese di Lacco. Andreas Bongiorno, 16 anni, si è spento al Policlinico “G. Martino” di Messina dove era stato ricoverato nella tarda mattinata di giovedì scorso, dopo essere stato trasferito dal “San Vincenzo” di Taormina. Le sue condizioni erano apparse gravi sin dal primo momento, a causa di un forte trauma cranico e alle profonde ferite alla testa riportate nell’impatto, tanto da portare i medici a disporre la prognosi riservata. Il quadro clinico è rimasto critico anche nei giorni seguenti: i danni cerebrali e gli ematomi non gli hanno consentito di riprendere conoscenza e di rispondere agli stimoli e lo hanno portato alla morte, sopraggiunta oggi.

Sotto choc per il triste epilogo la comunità di Antillo, dove Andreas (17 anni il prossimo 11 dicembre), studente dell’Istituto superiore “Pugliatti” di Taormina, viveva con la madre e il fratello, mentre il padre, Antonio, è scomparso nel 2007 per un infarto che lo ha stroncato sul lavoro. Sabato e lunedì scorsi i cittadini del borgo collinare si erano riuniti in preghiera nella chiesa S. Maria della Provvidenza sperando in un miglioramento delle sue condizioni così da poterlo riabbracciare presto. Oggi alle 17 si è tenuto un altro momento di preghiera ed è stata portata sul sagrato della chiesa la statua della Madonna della Provvidenza, con la recita dal Santo Rosario in piazza da parte dei fedeli con in mano delle fiaccole. Tanti i messaggi lasciati in questi giorni su Facebook da parenti e amici che incitavano il giovane a lottare con tutte le sue forze, mentre l’Amministrazione comunale ha sospeso le manifestazioni estive. Ma la morte lo ha strappato via a soli 16 anni. "Il paese è attonito, soprattutto i più giovani - ha dichiarato brevemente il sindaco Davide Paratore -: siamo scossi per un evento così triste". Per sabato 20 agosto è stato proclamato il lutto cittadino: il sindaco, con propria ordinanza, ha invitato i cittadini a esprimere la loro partecipazione sospendendo le attività commerciali e ogni forma di manifestazione, "per la prematura e tragica scomparsa di un ragazzo ben voluto da tutta la comunità antillese per la sua affabilità e gioia di vivere".

Sulle cause e sulla dinamica dell’incidente indagano i carabinieri della Compagnia di Taormina. L’auto sulla quale viaggiava Andreas seduto sul sedile posteriore, una Fiat Punto celeste, era condotta dal 28enne antillese S.S., mentre al suo fianco si trovava T.M., 17 anni, anche lui di Antillo. Intorno alle 4.30 il mezzo si è schiantato contro un muretto di protezione dell’arteria al km 3,400: i tre tornavano da una serata trascorsa in un locale di S. Teresa di Riva e al momento dell’impatto il giovane deceduto molto probabilmente dormiva e non ha fatto in tempo a rendersi conto di quanto stava accadendo. 

Più informazioni: incidente sp12  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.