Venerdì 27 Novembre 2020
Intervento all'alba dei Vigili del Fuoco di Letojanni e Messina nel centro abitato


Incendio in un deposito di Furci, distrutte attrezzature e masserizie - FOTO

di Andrea Rifatto | 21/06/2019 | CRONACA

1385 Lettori unici

L'ingresso del casolare distrutto dalle fiamme

Un incendio scoppiato all’alba di oggi ha causato ingenti danni in un vecchio casolare di Furci Siculo e solo l’intervento dei Vigili del Fuoco ha evitato conseguenze peggiori. Poco prima delle 6 i pompieri del Distaccamento di Letojanni sono giunti in via San Francesco, allertati da quanti risiedono nella zona, per domare il rogo esploso all’interno di un fabbricato adibito a deposito di attrezzature per l’edilizia, dove le fiamme stavano avanzando e avevano già divorato parecchio materiale. L’incendio ha colpito anche una piccola tettoia esterna davanti l’ingresso, mandando in fumo le lastre di copertura in materiale plastico e le travi in legno. All’interno del locale le fiamme hanno distrutto diverse attrezzature edili (trapani, martelli pneumatici, laser) e sono state alimentate anche da masserizie, legname da forno e altri materiali infiammabili accatastati alla rinfusa. I Vigili del Fuoco, guidati dal caposquadra Roberto Merlino, hanno subito messo in sicurezza due bombole del gas e due di ossigeno per subacquei trasferendole fuori per poi domare le fiamme sia all’interno che all’esterno del casolare. Le attività sono andate avanti per due ore e in supporto per completare le operazioni di bonifica è giunta anche un’autobotte dal Comando provinciale dei Vigili del Fuoco. A provocare l’incendio potrebbe essere stato un corto circuito, visto che l’impianto elettrico si presentava in condizioni fatiscenti.



COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.