Giovedì 01 Dicembre 2022
I carabinieri lo hanno beccato dopo aver osservato i suoi movimenti sospetti


Giardini, sorpreso sullo scooter con droga e contanti: 42enne arrestato per spaccio

di Redazione | 05/02/2022 | CRONACA

1003 Lettori unici

I militari hanno monitorato i suoi spostamenti

I Carabinieri della Compagnia di Taormina, nel corso di servizi finalizzati al contrasto del traffico e dello spaccio di sostanze stupefacenti, hanno arrestato, in flagranza di reato, un uomo di 42 anni, Sebastiano Costanzo, residente a Giardini Naxos, già noto alle Forze dell’ordine, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. I militari del Nucleo Operativo di Taormina, durante un servizio di osservazione nel territorio di Giardini, notando movimenti sospetti nei pressi dell’abitazione dell’uomo, conosciuto per i suoi precedenti, decidevano di monitorarne gli spostamenti. I carabinieri, dopo aver constatato che Costanzo si aggirava per le vie della cittadina naxiota a bordo di un ciclomotore, insospettiti dal suo comportamento hanno deciso di sottoporlo ad un controllo nel momento in cui imboccava un vicoletto che portava all’ingresso secondario di alcune abitazioni. Il 42enne è stato quindi sottoposto a perquisizione personale e trovato in possesso di un involucro contenente 8 grammi circa di sostanza stupefacente del tipo marijuana: i militari dell’Arma hanno sequestrato e rinvenuto nella sua disponibilità anche la somma di 400 euro in contanti, in banconote di vario taglio, ritenuta il provento di pregressa attività illecita. La perquisizione, estesa nell’abitazione del giardinese, ha permesso di trovare ulteriori 30 grammi circa di marijuana, un bilancino di precisione e materiale idoneo per il confezionamento delle singole dosi. Tutto il materiale è stato sottoposto a sequestro penale mentre la sostanza stupefacente è stata inviata al Reparto Carabinieri Investigazioni Scientifiche di Messina per le analisi tecniche di laboratorio, dal cui esito è emerso che dal quantitativo di droga rinvenuta era possibile ricavare circa 160 dosi. Sebastiano Costanzo, su disposizione del pubblico ministero della Procura della Repubblica di Messina, è stato sottoposto al regime degli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida, al termine della quale, il giudice per le indagini preliminari ha convalidato l’arresto e disposto per l’uomo l’obbligo di firma davanti ai carabinieri.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.