Venerdì 21 Febbraio 2020
Intercettati dai carabinieri grazie ad una segnalazione. Disposto l'obbligo di dimora


Giardini Naxos. Arrestati quattro uomini per furto d'auto

05/11/2014 | CRONACA

12542 Lettori unici

Gli arrestati: Bonanno, Russo S., Russo M, Gambino

Quattro catanesi di Zafferana Etnea in “trasferta” a Giardini Naxos sono stati arrestati nella notte tra il 3 il 4 novembre dai carabinieri del Nucleo radiomobile della Compagnia di Taormina, che li hanno intercettati subito dopo aver rubato una Fiata Panda. A finire in manette Mauro Russo, 41 anni, e il fratello Salvatore, 27 anni, Massimo Martino Gambino, 35 anni, e Mario Bonanno, 25 anni. I primi tre già noti alle forze dell’ordine, l’ultimo finora incensurato. I quattro si erano messi all'opera intorno alle 22 ma una segnalazione giunta alla centrale operativa della Compagnia di Taormina ha messo sulle loro tracce i militari dell'Arma. La pattuglia è intervenuta sul posto in pochi minuti intercettando i malfattori subito dopo che questi avevano rubato l'autovettura. I quattro ladri in trasferta, a bordo della loro vettura, si erano affiancati all’auto da rubare. Uno di loro aveva forzato la portiera mentre l’altro trafficava nel cofano per attivare i contatti. Tutto nel giro di pochi secondi. Mentre tre dei ladri si avviavano con la propria autovettura, il quarto sperava di allontanarsi indisturbato con l’auto rubata. I piani però venivano scompaginati dall'arrivo dei carabinieri che prima bloccavano i tre nella loro auto e poi, giunti i rinforzi, si ponevano alla ricerca del quarto malvivente. Questi, infatti, all’arrivo dei militari dell'Ama aveva abbandonato nel mezzo della strada la vettura rubata e si era allontanato a piedi. La sua fuga però aveva i minuti contati anche perché i carabinieri lo avevano visto in volto. Veniva così individuato mentre a piedi cercava di far perdere la proprie tracce. La perquisizione dei veicoli ha consentito di recuperare gli “strumenti di lavoro” necessari per aprire le autovetture ed anche un coltello. L'arresto dei quattro è stato già convalidato e per tutti è stata disposta la misura cautelare dell’obbligo di dimora.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.