Domenica 11 Aprile 2021
Entrambi beccati dai carabinieri. Il giudice ha attenuato una misura cautelare


Furci, convalidati i due arresti per spaccio: il 40enne di S. Teresa lascia i domiciliari

di Andrea Rifatto | 28/03/2021 | CRONACA

2560 Lettori unici

Gli arresti sono scattati mercoledì sera

Sono stati convalidati dal Tribunale di Messina i due arresti effettuati mercoledì scorso a Furci Siculo dai carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Taormina e della Stazione di Forza d’Agrò per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. In manette erano finiti Carmelo Menoti, 33enne originario di Mandanici e Francesco Triscari, 40enne di Santa Teresa di Riva, entrambi già noti alle Forze dell'ordine, beccati all’interno dell’abitazione del primo dopo aver gettato dalla finestra due involucri contenenti 3 grammi circa di cocaina e 11 grammi di crack. Il Gip del Tribunale ha confermato per Menoti la detenzione nel carcere di Messina Gazzi, mentre per Triscari, inizialmente ristretto ai domiciliari in attesa dell’udienza di convalida, il giudice ha disposto la sostituzione della misura cautelare con quella dell’obbligo di dimora nel comune di Savoca. Il 33enne è difeso dagli avvocati Tino Celi e Giuseppe Marisca, mentre il 40enne dall’avvocato Giovanni Starrantino. La perquisizione dell’abitazione effettuata dai carabinieri ha portato anche al ritrovamento di un bilancino di precisione e di materiale per il confezionamento dello stupefacente, una conferma secondo l’Arma della destinazione ai fini di spaccio della sostanza rinvenuta, oltre alla somma contante di circa 100 euro, ritenuta il provento della pregressa attività illecita di spaccio. Menoti, tra l’altro, era già stato arrestato già l’8 marzo perchè deteneva cocaina e crack e sottoposto in quell'ocasione all’obbligo di firma.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.