Giovedì 23 Maggio 2024
Inquietante gesto nel centro della Val d'Agrò nei confronti di Filippo Ricciardi


Danneggiate due autovetture del sindaco di Limina: serrate indagini dei Carabinieri

di Andrea Rifatto | 06/08/2021 | CRONACA

2850 Lettori unici

Filippo Ricciardi è tornato sindaco dal 7 ottobre scorso

Un gesto inquietante ha turbato la tranquillità della comunità di Limina. Vittima è il sindaco Filippo Ricciardi, che ha subito il danneggiamento di due autovetture di sua proprietà parcheggiate nei vicoli del paese. Ad agire, nel cuore della notte, sono state una o più persone che si sono avvicinate al quartiere dove risiede il primo cittadino e hanno versato del liquido corrosivo, probabilmente dell’acido cloridrico, su due veicoli Fiat, una 500L di colore verde (utilizzata prevalentemente da Ricciardi) e una Panda rossa, parcheggiati rispettivamente nelle vie Garibaldi e Fabio Filzi. Il liquido ha danneggiato la carrozzeria con dei vistosi segni, scoperti il mattino dopo dal primo cittadino una volta uscito di casa. Ricciardi si è quindi recato nella locale Stazione dei Carabinieri per sporgere denuncia contro ignoti, senza sapersi spiegare chi possa avercela contro di lui. Le indagini sono scattate immediatamente e vengono condotte dal maresciallo Paolino Fragale, comandante della caserma, sotto il coordinamento della Compagnia dell’Arma di Taormina guidata dal capitano Giovanni Riacà. I militari sono al lavoro per risalire all’identità del vandalo: nella zona dove è avvenuto il danneggiamento non sarebbero presenti telecamere del sistema di videosorveglianza comunale, ma non è escluso che qualche occhio elettronico privato possa aver ripreso i movimenti di quella notte e fornire elementi utili alle indagini. Non è ancora chiaro se si tratti di un gesto intimidatorio o di una ripicca, nè se sia legato all’azione amministrativa del sindaco di Limina, comune dove potrebbero esserci rancori legati alla campagna elettorale di dieci mesi fa, o ad altre motivazioni. Di certo è un episodio piuttosto preoccupante che non viene sottovalutato. Filippo Ricciardi, da noi contattato, ha preferito non rilasciare dichiarazioni e attendere gli sviluppi delle indagini, confidando nell’operato dei Carabinieri affinché si dia presto un nome e un volto all’autore del danneggiamento.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.