Sabato 15 Maggio 2021
Contagi in crescita a Nizza, dove potrebbero scattare le massime restrizioni


Covid, tutti i dati dalla zona jonica. Chiusi un asilo e una classe della primaria a Furci

di Andrea Rifatto | 22/04/2021 | CRONACA

1896 Lettori unici

La pandemia da Covid-19 torna a colpire nelle scuole joniche Oggi sono infatti emersi tre casi di positività al tampone antigienico rapido a Furci Siculo, riguardanti due bambini del plesso dell’Infanzia di Grotte ed un bimbo della VA della Primaria del centro (appartenenti tutti allo stesso nucleo familiare): di conseguenza il sindaco Matteo Francilia ha deciso di chiudere l’asilo e la classe, avviando il tracciamento dei contatti e attivando la didattica a distanza, in attesa che vengano effettuati i tamponi molecolari. Sospeso anche il servizio scuolabus. In paese i casi sono 12 (tra cui una persona ricoverata) e martedì si terrà uno screening nel campo da calcio, a partire dalle ore 9, per scovare eventuali altri positivi: i cittadini interessati potranno fare richiesta telefonica al numero 333-6128244 entro le ore 14 di venerdì 23 aprile. Nella stessa giornata verranno sottoposti a tampone molecolare dall’Usca Jonica studenti, docenti e personale della scuola dell’Infanzia e della Primaria. A Nizza di Sicilia continuano a crescere i contagi: quelli confermati sono 17 ma potrebbero salire a 37 secondo i dati in possesso del Comune: la situazione viene monitorata quotidianamente e non è escluso che possa essere chiesta l'istituzione della zona rossa. Calo dei casi invece a Santa Teresa di Riva, dove sono adesso 19 (-3). Sia a Scaletta Zanclea che a Itala i positivi sono 9, sempre 8 i casi a Forza d’Agrò (4 domiciliati), 4 a Sant’Alessio Siculo e Alì Terme, 2 a Mandanici e Roccalumera. Un solo positivo ad Antillo e Alì


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.