Venerdì 19 Aprile 2024
Nuovo aumento dei contagi nella zona jonica. Difficoltà a processare tutti i test


Covid, altri 11 casi a Taormina e 4 a Savoca. Due a Limina, ad Antillo 26 tamponi negativi

di Redazione | 06/11/2020 | CRONACA

3460 Lettori unici

Sono in costante aumento i casi di coronavirus nella riviera jonica. I numeri dei contagi non sono ancora ben chiari in quanto i soggetti che si sottopongono a tampone, sia rapido che molecolare, sono cresciuti vertiginosamente negli ultimi giorni e l’Azienda sanitaria provinciale non riesce a processare con ritmo costante tutti i test, il cui risultato dovrebbe essere comunicato entro 48 ore ma spesso slitta di giorni. La situazione è molto delicata e non è escluso che ci possa essere un elevato incremento dei casi in tutto il comprensorio. Intanto oggi è emerso come a Taormina si siano riscontrati altri 11 casi di Covid nell’ultima settimana, per un totale di attuale positivi che sale quindi a 37: “Sono tutti asintomatici tranne un caso che riguarda una persona con sintomi gravi ricoverata in ospedale e questo ci preoccupa” ha detto il sindaco Mario Bolognari. A Savoca i casi comunicati dall’Asp al Comune sono due ma si ha contezza di almeno altri tre contagiati per un totale di cinque positivi. Dopo giorni di attesa è arrivata la conferma dell’Azienda sanitaria di due casi di positività al Covid-19 a Limina: si tratta di due operatori sanitari già da alcuni giorni in quarantena domiciliare senza sintomi di particolare importanza: il Comune ha attivato questa sera il Centro operativo comunale. Ad Antillo sono risultati tutti negativi i tamponi rapidi eseguiti oggi pomeriggio dall’Usca sui 26 studenti della scuola media, che si sono sottoposti a test dopo che una docente del plesso, residente in provincia di Catania, è risultata positiva: in paese sono due le persone residenti positive. Un altro caso si registra a Fiumedinisi, il secondo certificato dall’Asp, ma potrebbero aumentare: “Si tratta di una cittadina residente appartenente all'ambito familiare del primo caso già riscontrato - spiega il sindaco Giovanni De Luca - successivamente alla comunicazione del primo caso, riscontrato il 2 novembre, sono stati effettuati test antigenici rapidi da parte delle persone che hanno avuto contatti diretti nelle giornate precedenti: 11 sono risultati negativi, uno positivo (tampone molecolare). Al momento vi sono anche altri 4 casi di positività al test antigenico rapido in attesa di conferma da parte dell'Asp, distribuiti su altri tre nuclei familiari, di cui uno domiciliato a Nizza. Nell’ambito di questi ulteriori casi di positività sono stati effettuati dai rispettivi contatti altri 4 test antigenici rapidi, tutti con esito negativo”.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.