Lunedì 30 Novembre 2020
Nuovi contagi a causa di incontri conviviali. Scuole e municipio chiusi due giorni


Covid-19, situazione critica a Itala: i positivi sono almeno 24, due in terapia intensiva

di Andrea Rifatto | 15/11/2020 | CRONACA

3188 Lettori unici

I contagi corrono in paese

Si fa critica la situazione sanitaria a Itala, comune dove negli ultimi giorni si registra un notevole aumento dei casi di Coronavirus. Ieri il sindaco Nino Crisafulli ha reso noto che secondo le segnalazioni dell’Asp e fonti informali dirette il numero delle persone contagiate è di 24, in un centro che conta circa 1.500 abitanti. La maggior parte sono soggetti asintomatici in isolamento domiciliare ma due cittadini, entrambi uomini tra i 60 e i 65 anni di età con patologie pregresse, hanno accusato sintomi più seri e sono ricoverati in terapia intensiva al Policlinico di Messina. Ieri il sindaco ha firmato un'ordinanza con cui dispone la chiusura del municipio, della scuola "Pietro Cuppari" di Itala Marina e della scuola dell'infanzia di Mannello nei giorni di lunedì 16 e martedì 17 novembre per effettuare un intervento di disinfezione e sanificazione, considerato che i contagi hanno coinvolto numerosi nuclei familiari comprendenti alunni delle scuole e dipendenti comunali. “A seguito dei tracciamenti dei contatti comunicati dalle persone contagiate sono in corso i tracciamenti delle persone da informare al fine di verificare la presenza di eventuali sintomi nell’arco di dieci giorni dal contatto - ha spiegato il primo cittadino -  e, nel caso di contatti stretti in assenza di sintomi, sollecitarli all’isolamento per 10 giorni al termine del quale sottoporsi a test molecolare. Negli ultimi giorni vi è stato un aumento importante di contagi: la causa è da ricercarsi in contatti interpersonali senza le dovute cautele del distanziamento e dell’uso di mascherine e si sollecitano i cittadini ad evitare incontri conviviali che, per ovvie necessità, non consentono il mantenimento delle cautele (distanziamento e mascherine). Bisogna rendersi conto che una semplice negligenza o sottovalutazione dell’importanza di mantenere le opportune cautele rischia di mettere in pericolo un’intera comunità - ha evidenziato Crisafulli - non si intende attribuire responsabilità ad alcuno, ma la diffusione e l’insorgere di nuovi contagi, a seguito delle informazioni dagli stessi interessati, è dovuta in buona misura da iniziative conviviali che, in verità, in questo periodo è opportuno evitare. L’Amministrazione non ha strumenti per impedire legittime iniziative all’interno delle proprie abitazioni, ma si esorta la popolazione a limitarle nel proprio interesse, dei propri congiunti e degli stessi amici con i quali ha condiviso momenti di serenità che rischiano di trasformarsi in un incubo. Per motivi di sicurezza - ha concluso il sindaco di Itala - suggerirò alla dirigente scolastica l’attivazione della didattica a distanza per la durata di 15 giorni”.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.