Martedì 27 Luglio 2021
Aumentano i contagi nella zona jonica. Oggi scuole chiuse in diversi centri


Covid-19, a Giardini i positivi salgono a 28. Nuovi casi a Sant’Alessio e Mongiuffi Melia

di Francesca Gullotta/Andrea Rifatto | 02/11/2020 | CRONACA

2638 Lettori unici

In questi giorni eseguiti numerosi tamponi

Sale a 28 il numero dei cittadini di Giardini Naxos contagiati dal Covid-19. Lo ha reso noto il sindaco Giorgio Stracuzzi, che nell’ultimo bollettino pubblicato sulla pagina Facebook del Comune ha evidenziato la nuova situazione che interessa la località turistica. È il tetto più alto di contagi raggiunto fino ad ora, anche se non si è certi che tutte le 28 persone inserite nell’elenco trasmesso al Comune dall’Azienda sanitaria provinciale di Messina siano in realtà ancora positive o se tra di loro ve ne sia qualcuno che nel frattempo si sia negativizzato. Quello dei numeri è stato sin dall’inizio un problema reale e intricato per le istituzioni, che non riescono a gestire in maniera organizzata e tempestiva i rapporti di comunicazione e il flusso dei soggetti dichiarati positivi risulta spesso incongruente e non reale, anche per via del fatto che molte volte i test e i tamponi vengono effettuati in laboratori privati e da qui comunicati all’Asp. Per cui non di rado, gli stessi non coincidono nei tempi, anche se resta sempre valida e attendibile la comunicazione ufficiale inoltrata dall’Asp. Tuttavia, gran parte delle persone che attualmente si trovano in isolamento domiciliare poiché affetti dal Coronavirus, sia sintomatici che asintomatici, sono in procinto di effettuare il tampone di controllo già domani al drive-in che sarà allestito, come di consueto, in contrada Pallio e dunque, è possibile, che il numero dei contagiati nei prossimi giorni sia destinato a scendere, sempre se il virus non continuerà la sua corsa infettando altri soggetti.

A SantAlessio Siculo salgono a due i casi di Coronavirus: il secondo contagiato è un medico residente in paese che presta servizio in una postazione 118 e in un presidio di Continuità assistenziale di un comune della provincia messinese ed è risultato positivo al Covid dopo il tampone eseguito dall’Asp. L’uomo accusa uno stato febbrile e si trova attualmente in isolamento fiduciario nella sua abitazione. Al momento dal Comune non sono giunte comunicazioni in merito a nessuno dei due casi. Il primo caso di Covid a Sant’Alessio è emerso giovedì scorso e riguarda una donna che opera come assistente alla comunicazione nel plesso scolastico “Gussio”. Oggi municipio e scuola rimangono chiusi per sanificazione, così come i plessi scolastici di Antillo e Savoca. Invariata la situazione negli altri comuni: cinque i positivi a Santa Teresa di Riva, altrettanti a Furci, mentre a Roccalumera sono quattro i casi.

Un caso è emerso anche a Mongiuffi Melia, come reso noto ieri sera dal sindaco Rosario D’Amore: “Purtroppo mi trovo costretto a comunicare alla cittadinanza monfeliese la positività al Covid-19 di una nostra concittadina, la quale comunque risulta in buone condizioni di salute e i cui familiari attualmente si trovano in isolamento fiduciario - ha scritto il sindaco - invito i miei concittadini a non lasciarsi prendere dal panico e raccomando loro di agire sempre con prudenza, di limitare al minimo indispensabile gli spostamenti, di indossare sempre la mascherina, di lavare spesso le mani, di evitare assembramenti e di tenere sempre la distanza interpersonale di almeno un metro. Solo con la responsabilità di tutti saremo in grado di superare l'emergenza sanitaria in atto. Colgo l’occasione per augurare una pronta guarigione alla nostra concittadina”. Fino l'unico caso in paese aveva riguardato, ad aprile, una persona ricoverata un una struttura sanitaria. Oggi il plesso scolastico rimarrà chiuso per eseguire un intervento di sanificazione straordinaria dei locali e a Mongiuffi Melia non saranno celebrate messe nelle chiese in occasione della commemorazione dei Defunti.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.