Martedì 24 Novembre 2020
Lieve aumento dei positivi. I contagi nei plessi portano a prorogare le ordinanze


Coronavirus, gli ultimi casi nella zona jonica. Scuole ancora chiuse in quattro comuni

di Redazione | 20/11/2020 | CRONACA

2007 Lettori unici | Commenti 1

Postazione drive-through ad Alì Terme

Situazione pressoché stabile dei contagi nella zona jonica. A Santa Teresa di Riva gli attuali positivi scendono da 31 a 28 (di cui 10 in attesa di conferma da parte dell’Asp): oggi si registra con un nuovo caso e altri due guariti (13 in totale). A Furci Siculo due nuovi guariti ma i casi di Covid-19 rimangono 14 per via di due nuovi contagiati, già risultati positivi al tampone rapido. A Nizza di Sicilia i soggetti contagiati passano da 26 a 30, ma finora è giunta comunicazione ufficiale dall’Asp solo per 6 casi; quattro i guariti e una vittima. Itala conferma 29 positivi, di cui 2 ricoverati, mentre per altri 14 si attende conferma della positività dalle autorità sanitarie. A Scaletta Zanclea sono 11 i positivi, i casi accertati e confermati dall’Asp sono 8, mentre altri 3 contagi sono emersi dopo i test antigenici e molecolari effettuati tra ieri e oggi in modalità drive-through e si attende l’ufficialità da parte dell'Asp di Messina.

Capitolo scuole. A Furci Siculo è stata prorogata a partire da lunedì, e fino a nuova comunicazione, la chiusura della scuola dell’Infanzia di Grotte e di tutte le classi della Primaria del centro, in aggiunta alla quarta classe, vista che è emersa la positività al Covid di due studenti; sospeso anche il servizio scuolabus. A Roccalumera oggi è stata chiusa nuovamente la scuola media fino al 27 a causa del contagio che ha interessato alcuni studenti, allo scopo di tracciare tutti i contatti stretti; fino a quel giorno rimarranno interrotte tutte le attività anche alla Primaria. A Nizza di Sicilia è stata prorogata dal 23 al 29 novembre la chiusura del plesso scolastico dell’Infanzia “San Giuseppe”, chiuso già giovedì dopo la positività di un genitore, in quanto a seguito di tampone molecolare è risultato positivo anche un alunno e dunque si punta a monitorare l'andamento della la situazione sanitaria e provvedere contestualmente alla sanificazione dei locali. A Limina è stata disposta con ordinanza sindacale la proroga della chiusura di tutte le scuole cittadine fino al 27 novembre e la chiusura di un’attività commerciale, in quanto un genitore di due alunni della Primaria è risultato positivo al tampone: immediatamente l’intero nucleo familiare si è posto in autoisolamento fiduciario, mercoledì tutti i componenti sono risultati negativi ma il giorno dopo l’Usca di Taormina ha chiesto formalmente ai cittadini di rimanere in autoisolamento fino a mercoledì 25, giorno in cui la stessa Usca ha fissato l’appuntamento per sottoporre tutti a tampone domiciliare. Sentita la dirigente scolastica, l’Usca e i medici di base operanti sul territorio, il sindaco ha ritenuto di adottare un provvedimento precauzionale di sospensione delle attività scolastiche fino al 27, disponendo anche la chiusura dell’attività commerciale e la sanificazione dei locali in quanto i titolari sono in isolamento fiduciario con i rispettivi nuclei familiari fino al 25.


COMMENTI

filippo | il 20/11/2020 alle 21:52:47

chiudere le scuole e fare didattica a distanza.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.