Sabato 18 Maggio 2024
Verifiche dei Carabinieri sul rispetto delle norme di sicurezza. Un lavoratore era in nero


Controlli nei cantieri edili, a Roccalumera una denuncia e sanzioni per oltre 20mila euro

di Redazione | 21/05/2023 | CRONACA

1156 Lettori unici

La campagna dei controlli prosegue

Prosegue l’attività di controllo nell’ambito delle iniziative finalizzate alla prevenzione e alla repressione dei reati inerenti alla sicurezza sui luoghi di lavoro e l’emersione del lavoro nero, disposti dal Comando provinciale Carabinieri di Messina. Venerdì i militari della Stazione di Roccalumera, supportati dai colleghi del locale Nucleo Ispettorato del Lavoro, hanno sottoposto a verifica un cantiere edile sul corso Umberto I nella cittadina jonica. Nel corso dell’attività ispettiva, i militari dell’Arma hanno effettuato approfondite verifiche in tutti gli ambiti dove potevano emergere eventuali situazioni tali da mettere in pericolo la sicurezza e la salute dei lavoratori, nonché violazioni concernenti gli aspetti contrattualistici e previdenziali. All’esito dei controlli, i carabinieri hanno accertato violazioni alla normativa di settore, in particolare sono state constatate l’omessa formazione dei lavoratori in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro e la mancata sottoposizione alla prescritta visita medica del personale dipendente. Inoltre, durante il controllo, i militari hanno scoperto anche la presenza di un lavoratore “in nero”. Il responsabile del cantiere è stato pertanto denunciato e a suo carico sono state irrogate ammende e sanzioni per l’ammontare di oltre 20mila euro, con la contestuale sospensione dell’attività e l’obbligo di regolarizzare la posizione del lavoratore. La campagna dei controlli dei Carabinieri del Comando provinciale di Messina e del Nucleo Ispettorato del Lavoro, nel settore edile, proseguirà nei prossimi mesi in tutta la provincia, con il principale scopo di prevenzione alle gravi violazioni, che danneggiano fortemente i diritti dei lavoratori e mettono a serio rischio la loro incolumità.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.