Sabato 02 Marzo 2024
Sentenza del Tribunale per fatti del 2014. Alla vittima spillati 30mila euro


Cedevano cocaina ad un disabile di Antillo: condannati due uomini di Santa Teresa e Furci

di Andrea Rifatto | 06/03/2021 | CRONACA

4850 Lettori unici

Le cessioni avvenivano sul lungomare

L’accusa era pesante, in un processo su una vicenda molto particolare giunto adesso a sentenza. E per entrambi è arrivata la condanna. I due, Antonino Mantarro, 64 anni di Santa Teresa di Riva e Roberto Impellizzeri 55 anni di Furci Siculo, sono accusati di aver ceduto per mesi dosi di cocaina ad un disabile mentale di Antillo, approfittando del suo stato di salute precario, riuscendo a spillargli nel tempo la somma di 30mila euro. Il giudice monocratico Claudia Misale della Seconda Sezione penale li ha condannati adesso alla pena di sei anni e due mesi di reclusione, oltre al pagamento di 27mila euro di multa, e ha riconosciuto l’equivalenza delle attenuanti generiche sulle aggravanti, stabilendo inoltre il risarcimento in favore della parte civile, la vittima delle cessioni, assistita dall’avvocato Pietro Fusca. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri la vicenda si è svolta tra Santa Teresa di Riva, Furci Siculo e Antillo nel corso degli ultimi mesi del 2014: in quel periodo i due hanno avuto più volte contatti con l’uomo e in più occasioni lo hanno perfino accompagnato in banca per prelevare il denaro necessario a pagare la cocaina. Il giudice Misale scrive nella sentenza di “particolare riprovevolezza del reato, commesso a danno di persona sofferente di malattia mentale” e spiega, in base al racconto fatto dalla vittima, che “le cessioni avvenivano sul lungomare di Santa Teresa dove … abitava prima di trasferirsi ad Antillo. Era l’Impellizzeri a chiamarlo per telefono e dargli appuntamento. Ad un certo punto il … disse a Impellizzeri che intendeva smettere, ma questi lo esortò a continuare ad assumere lo stupefacente, dicendogli che gli faceva bene. Impellizzeri gli consegnava la cocaina all’interno di involucri di plastica, che nascondeva sotto la lingua. Complessivamente  … aveva corrisposto all’Impellizzeri circa 30mila euro, ad accompagnarlo a prelevare il denaro in banca erano Impellizzeri e Mantarro”. I due imputati sono difesi dagli avvocati Salvatore Garufi e Annarita Reina.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.