Martedì 23 Aprile 2024
Intervento a Graniti lungo un sentiero naturalistico utilizzato come deposito


Autovetture abbandonate nel Parco dell'Alcantara, scatta il sequestro dei Carabinieri

di Andrea Rifatto | 24/03/2022 | CRONACA

952 Lettori unici

Il sequestro delle autovetture

Come se non bastassero già le discariche di rifiuti, amianto e altri scarti, nel Parco fluviale dell’Alcantara gli illeciti continuano a rappresentare una costante. Un fenomeno che si ripresenta puntuale è quello dei veicoli abbandonati o irregolari lasciati in sosta per mesi, soprattutto nelle strade secondarie, tenuto sotto controllo dalle autorità che più volte sono intervenute per contrastarlo. Come accaduto nel territorio di Graniti, dove i Carabinieri della locale Stazione sono intervenuti nella frazione Finaita, lungo la strada comunale Bavalato all’ingresso del sentiero “Rive dell’Alcantara”, in un punto dove da settimane erano comparsi due autoveicoli lasciati in sosta ai margini della carreggiata. I militari avevano notato i mezzi fermi da tempo e dopo aver avviato gli accertamenti del caso hanno scoperto come fossero privi di copertura assicurativa e revisione periodica, dunque lasciati sul suolo pubblico in violazione delle norme del Codice della strada. Così è scattato il sequestro delle due auto, una Fiat Punto e una Hyunday Matrix, da parte dei carabinieri dipendenti dalla Compagnia di Taormina e con l’intervento di un carroattrezzi: per i proprietari scatteranno adesso le sanzioni amministrative pecuniarie previste per i veicoli non in regola con gli obblighi di legge. Un degrado, causato da chi non ha il minimo rispetto per l’ambiente e le regole, eliminato in tempi celeri in una zona, all'intersezione tra la strada che porta verso il sentiero e quella per la centrale idroelettrica Enel, dove tra l’altro transitano spesso turisti, anche stranieri, visto che il ponte sull’Alcantara è stata una location del film “Il Padrino”, così come riportava la segnaletica installata parecchi anni fa dall’Ente Parco, con le indicazioni e le fotografie. Da tempo, però, le indicazioni sono ormai sparite e rimane solo il supporto in legno senza informazioni per i visitatori.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.